Pravda: il nudo e il sessismo in pubblicità dovrebbero essere più sotto controllo

Le pubblicità troppo sexy o sessiste e discriminatorie nei confronti delle donne, scrive il quotidiano Pravda in un un ampio servizio nell’edizione di ieri, sono piuttosto all’ordine del giorno in Slovacchia, ma forse qualcosa sta per cambiare. Stanno cambiando in particolare le reazioni a questo tipo di réclame. Non solo più soltanto le femministe a lamentarsi di tale pubblicità, ma anche il Consiglio per la pubblicità sta divenendo più critico. Jarmila Grujbarova, capo del Collegio arbitrale del Consiglio per la pubblicità dice che ormai si discute della questione ormai in quasi tutte le riunioni. Il Consiglio discute spesso se un corpo nudo – o quasi nudo – sia appropriato per il prodotto pubblicizzato, spiega la Grujbarova, notando che per un prodotto da bricolage, un trapano o una colla, allora non c’è alcun motivo di mostrare la nudità del corpo umano.

Jana Cvikova dell’associazione femminista Aspekt sottolinea che la pubblicità può essere sessista anche in altri modi. Aspekt ha recentemente contestato uno spot televisivo nel quale un uomo sgonfiava la moglie sulla spiaggia come un materassino perché parlava troppo. La pubblicità sessista, dice la Cvikova, è tutta quella che gioca pesante sulle differenze di genere, denigrando le donne. Un contenuto sessuale, dice, non è per forza sessista, dipende dal contesto.

L’avvocato Janka Debreceniova nota che le donne sono spesso descritte nella pubblicità slovacca con degli stereotipi: appaiono in genere come segretarie, assistenti o come persone incapaci che devono sentirsi dire da un uomo cosa fare. La Debreceniova lamenta che le donne sono quasi sempre mostrate come filiformi e attraenti, mai oltre i 35 anni. Se compaiono donne più anziane, di solito promuovono articoli come fissativi per le protesi dentali o pannoloni.

(Fonte Pravda)

Nella foto: una pubblicità decisamente oscena vista poco tempo fa in grossi cartelloni sulle strade slovacche per pubblicizzare adesivi per costruzioni!

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.