Eustream investirà 400 milioni nell’ammodernamento della rete gas slovacca

L’operatore di rete Eustream che gestisce il gasdotto della Slovacchia stima un investimento di quasi 400 milioni di euro nei prossimi cinque anni per aggiornare la rete nazionale, secondo le informazioni diffuse mercoledì dall’azienda, che è parte della utility del gas Slovensky Plynarensky Priemysel (SPP).

Obiettivo principale dell’investimento sarà un passaggio netto dalle vecchie tecnologie a quelle ecologiche più moderne, ha comunicato Eustream. «L’innovazione permetterà di gestire i cambiamenti nel volume di gas trasportato in modo più flessibile».

L’operatore di rete del gas sta lavorando con la vicina Ungheria su un collegamento per il gas di 113 km e ha confermato che è quasi pronto per iniziare l’acquisto delle apparecchiature per il progetto. L’interconnessione dovrebbe migliorare la liquidità nella regione e incrementare l’accesso a diversi fornitori. La messa in servizio del gasdotto è prevista per la fine del 2014.

Eustream, che ha un sistema di trasporto annuale della capacità di oltre 90 miliardi di metri cubi, ha trasportato lo scorso anno 71,4 miliardi di metri cubi di gas, pari a circa il 14% del consumo dell’Unione Europea. Il gas di cui si parla è quello in transito per la Slovacchia dalla russa Gazprom, che molte voci dicono intenda acquistare la quota di maggioranza SPP (oggi detenuta dalla tedesca E.ON Ruhrgas e dalla francese GDF Suez) tramite la holding del gruppo ceco EPH, con il quale le trattative del consorzio franco-tedesco sarebbero già in fase avanzata. La minoranza di SPP (49%) è di proprietà dello Stato slovacco.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.