Fico: non ci sono differenze tra Smer e KDH

R

Il leader del partito socialdemocratico Smer, Robert Fico, continua a fare la corte al partito cristiano-democratico KDH in vista delle prossime elezioni. Non ci sono differenze tra Smer-SD e il Movimento Cristiano Democratico (KDH), ha dichiarato Fico domenica al programma di politica ‘O pat minut dvanast’ (cinque minuti a mezzanotte) della televisione pubblica slovacca STV. Entrambe le organizzazioni, ha detto, sono partiti politici standard che esistono da molto tempo e godono di accettazione a livello internazionale. Fico ritiene che dovrebbe stare al vincitore delle elezioni – e non a partiti con il 7-8 per cento di supporto – decidere la formazione del prossimo Governo. «Andiamo verso una gara leale offrendo alternative alla gente e lasciamo che siano gli elettori a decidere quello che vogliono – un governo pout-pourri o la stabilità», ha detto Fico.

Jan Figel, leader KDH, presente al programma, ha ammesso che è possibile immaginare dopo le elezioni una collaborazione con Smer con condizioni chiare e serie. Richiesto dal conduttore se KDH è in grado di dimenticare gli scandali di corruzione che hanno coinvolto Smer e che il partito stesso ha criticato, Figel ha risposto che «riteniamo la lotta alla corruzione un criterio, oltre che un obiettivo. Possiamo fermare la crisi del debito solo se smettiamo anche di rubare», ha detto, ammettendo che ci sono stati problemi di corruzione anche tra le file di KDH. Le persone non sono angeli, ha detto, per questo è importante impostare regole per limitare lo spazio per la corruzione.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.