Un unicum a Bratislava. Premio ElsaMoranteCinemaBratislava e MittelCinemaFest

Le celebrazioni dei gloriosi 150 ani dell’Unità d’Italia,  iniziate già nel  marzo di quest’anno, trovano sublimazione nell’ambito di due importanti  eventi che abbiamo voluto far confluire nella grande lezione del cinema: il MittelCinemaFest e il  Premio Letterario “ElsaMoranteCinemaBratislava”.

Due  eventi molto attesi qua a Bratislava, sirenetta mitteleuropea e testa di ponte di nuove strategie di comunicazione soprattutto nel cinema, che  determineranno  certamente una consonanza di linguaggi, di tematiche, di interessi. Una consonanza di stili, insomma, che viene in ultimo a coincidere con i  nostri obiettivi di politica culturale al cui interno  il  cinema occupa senz’altro un posto di rilievo essendo un canale attraverso il quale passano anche  la letteratura, la musica, la scienza, i valori sociali. Semantiche del linguaggio e dei valori;  semantiche dei  significati e dei significanti dove si sono dati ideale convegno  Nomi eccelsi.

Non sto a parlare  del connubio del cinema con questi segmenti culturali ma vorrei soffermarmi, in questa sede, sugli obiettivi del MittelCinemaFest   che intende assolvere, innanzitutto,  alle finalità  di politica culturale legate,  più incisivaamente, a questa nostra mitteleuropa terra di tanti grandi incontri, come la  scrittrice Dacia Maraini, Presidente del Premio Letterario “Elsa Morante CinemaBratislava” , autrice di quel grande capolavoro letterario (e non solo!) che è  “La lunga vita di Marianna Ucria” portato sullo schermo da Roberto Faenza, grande regista, grande intellettuale, grande premiato di quest’anno per il film “I Vicerè” tratto dall’omonimo romanzo di Federico De Roberto, di cui  quest’anno ricorre il 100° anniversario della nascita. Romanzo tradotto in  lingua slovacca da Stanislav Vallo che viene premiato per le sue qualità di fine traduttore e non solo: il premio va anche al suo essere insigne ed elegante diffusore della lingua e della cultura italiana.

Una ricorrenza dentro la ricorrenza, dunque,  che trova sublimazione nelle celebrazioni del nostro grande momento unitario.

E’ proprio  questo il  motivo per cui abbiamo creato  per Bratislava  una sezione del Premio Letterario Elsa Morante, il Premio “Elsa MoranteCinemaBratislava”, appunto, che premia ogni anno un regista italiano e un regista slovacco.

L’edizione di quest’anno, per la parte slovacca,  premierà   Juraj Lihosit,  appassionato cultore dell’Italia che ha gettato un ponte di dialogo tra Bratislava e Bologna  sin dagli anni ‘80 in occasione della laurea honoris causa conferita ad Alexander Dubcek.

Motivazioni di politica culturale  ci hanno portati, dunque,  a far confluire Premio letterario e MittelCinemaFest in un  unicum, in un  momento di silloge paneuropea o, meglio, panmitteleuropea..

Un grazie a tutti coloro i quali hanno reso possibile la realizzazione di due eventi così importanti, una manifestazione che vede una rassegna di nuovi film, di giovani  registi e di giovani attori; un grazie al nostro partner FilmItalia e al nostro partner slovacco Bioscop s.r.l;  un grazie al Cinema Mladost che ospita la rassegna ma, soprattutto, un grazie al  direttore Generale della Biblioteca universitaria  di Bratislava, Tibor Trgina,  e  al  dr Dusan Liechner per averci accolto .

Teresa Triscari

Direttore IIC Bratislava

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google