ONG slovacche: gli aiuti finanziari della Slovacchia per scopi umanitari sono troppo bassi

Gli aiuti umanitari forniti lo scorso anno dalla Slovacchia ammontavano ad appena 1,89 milioni di euro per i paesi colpiti da disastri naturali e ambientali, con la maggior parte degli aiuti in assistenza materiale, secondo un rapporto di valutazione scritto dalla Piattaforma slovacca delle organizzazioni non governative per lo sviluppo, che include trentuno ONG specializzate nello sviluppo e gli aiuti umanitari all’estero. Il Ministero dell’Interno ha inviato assistenza materiale per un totale di 1.640.000 euro lo scorso anno in Afghanistan, Albania, Montenegro, Cile, Haiti, Pakistan, Palestina, Santa Lucia e Ucraina. Gli aiuti finanziari gestiti dal Ministero degli Esteri, invece, sotto forma di dieci progetti realizzati ad Haiti, Pakistan, Moldavia e Ungheria hanno ricevuto in totale 255.000 euro.

Il rapporto stabilisce che l’assistenza finanziaria è più efficace perché consente di risparmiare sui costi di trasporto. Gli acquisti possono essere fatti in località vicine alle zone colpite e, quindi, danno anche un aiuto all’economia locale. Ma la percentuale di aiuti finanziari è piuttosto bassa rispetto al totale degli stanziamenti, con circa 25.000 euro in media per ogni progetto provenienti dal Ministero degli Esteri. Secondo le ONG, questa è solo una presenza simbolica delle organizzazioni slovacche nei paesi colpiti

Nel frattempo, gli aiuti allo sviluppo del programma ufficiale SlovakAid vanno in buona parte verso la Serbia, con un quinto di tutte le risorse. Facendo un confronto regionale, il maggior volume di fondi è andato lo scorso anno (oltre 2.000.000 di euro, il 33,3%) ai paesi dei Balcani occidentali, seguiti dall’area sub-sahariana (quasi 1,6 milioni, il 26,5%) e dai paesi del Partenariato orientale (1,1 milioni di euro, il 18,5%). Rispetto al 2009, il contributo alla Serbia è comunque diminuito, dal 39 al 18%. Sono cresciuti invece gli aiuti allo sviluppo per Kenya, Sudan, Moldavia e Georgia. Il Rapporto 2010 afferma che mentre nel 2009 quasi la metà degli aiuti allo sviluppo era andato ai paesi con reddito medio più elevato come Serbia, Bielorussia e Kazakistan, l’anno scorso sono aumentati molto i fondi per i paesi a basso reddito, come Kenya, Vietnam e Ucraina, crescendo dal 22,9% del 2009 a oltre il 42% nel 2010.

(Fonte Webnoviny)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google