Hrusovsky chiede che anche l’opposizione faccia la sua parte nell’approvazione del bilancio 2012

Il Presidente del Parlamento Pavol Hrusovsky teme che i rappresentanti dei quattro partiti della Coalizione dell’attuale Governo non riusciranno ad approvare il disegno di legge del bilancio dello Stato per il 2012 senza contare anche su alcuni voti dell’opposizione. Hrusovsky ha ricordato le parole del leader di SaS Richard Sulik quando ha detto che poteva garantire soltanto diciotto voti del suo gruppo parlamentare, il che vuol dire che non vi era certezza su come la fazione Gente Comune che comprende quattro deputati SaS si sarebbe completata. «Se questo fosse vero, è improbabile che il bilancio passi», ha detto Hrusovsky.

Se anche il partito socialdemocratico Smer-SD sostiene la proposta di bilancio, avverte Hrusovsky, sarà un bene. Il vice presidente di Smer Peter Kazimir vuole però ulteriori negoziati sul progetto di bilancio, pronto a chiedere probabili modifiche, e Smer e KDH hanno discusso di questo nei giorni scorsi, e anche delle amnistie di Vladimir Meciar degli anni ‘90. Hrusovsky non intenderebbe ritirare l’argomento amnistie dal programma della prossima sessione parlamentare, e farà allo stesso tempo uno sforzo per ottenere l’approvazione del bilancio nonostante la situazione complicata. «È meglio avere un bilancio anche se non è quello ideale», ha affermato. Ma, ha ricordato, se deputati e gruppi parlamentari continuano ad aggiungere nuove richieste allora la possibilità di approvazione del bilancio dello Stato diventerà ancora più sottile. «Presumo che si possa raggiungere un accordo, ma sarà molto difficile e richiederà molti compromessi», secondo Hrusovsky, che avrebbe fissato la votazione per il 6 dicembre alle 17:00.

Considerando la posizione della Slovacchia sui mercati finanziari (dopo il fallimento nel vendere lo scorso lunedì un centinaio di milioni di euro di titoli di Stato sul mercato), in Parlamento il progetto di bilancio avrà un percorso accelerato con la modifica costituzionale del limite all’indebitamento. «I mercati sono nervosi e attendono che la Slovacchia mostri di saper prendere decisioni fondamentali per alleggerire la pressione», ha spiegato Hrusovsky, che intende parlare alla Premier Radicova perché sia il Governo a proporre il procedimento legislativo accelerato come da prassi. Il Parlamento discuterà il bilancio e il freno all’indebitamento alla sua 26a sessione dal 29 novembre.

(La Redazione, Fonte agenzie di stampa)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google