Non piace l’ipotesi della doppia cittadinanza agli Slovacchi di etnia Ungherese

Gli Slovacchi di etnia Ungherese, secondo una molto discutibile promessa elettorale che sta assumendo i connotati di una vera e propria proposta di legge e che verrà presto presentata dal futuro Premier Ungherese Viktor Orban potrebbero richiedere ed ottenere automaticamente la doppia cittadinanza.  La notizia, sulla prima pagina di oggi del quotidiano Hospodarske Noviny, è immediatamente rimbalzata sulle principali agenzie di stampa Slovacche oltre che Ungheresi. Ulteriore elemento che fa discutere, oltre che „l’automatismo“ dell’ottenimento della cittadinanza, è la mancanza del requisito „base“ di avere uno stabile domicilio nel Paese a cui si chiede la seconda cittadinanza. Inoltre, caso del tutto anomalo a livello  Ue, mancherebbe la „concertazione“ nel senso che la decisione sarebbe stata presa unilateralmente dall’Ungheria; tanto che a livello di Governo Slovacco la si è già bollata come un’indebita ingerenza negli affari interni della Slovacchia. Primo assertore di ciò Dusan Caplovic, VicePremier con delega agli Affari Europei, Diritti Umani, Minoranze che ha dichiarato:  „Nessuno Stato è autorizzato ad adottare iniziative di legge unilateralmente, in materia di cambaimento dei propri confini“. Gli fa da eco l’esperto in diritto internazionale Stefan Jurco che aggiunge: „Alcuni Paesi riconoscono la doppia cittadinanza, ma con condizioni molto vincolanti per l’ottenimento. Per esempio in materia di luogo di nascita, nascita dei figli, o periodo di residenza“. Di sicuro, non è un felice inizio per ipotizzare rapporti politici più distesi tra le due Nazioni.

(Fonte Tasr)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google