Fico: lo Smer non ha fatto alcuna offerta eclatante al KDH

Riguardo alle voci sull’offerta che Robert Fico dello Smer avrebbe fatto ai cristiano democratici del KDH, ovvero il posto di Premier e la metà dei ministeri, lo stesso Fico in una conferenza stampa Venerdì ha respinto con fermezza le „chiacchiere“. «Smer-SD è interessato a un Governo stabile, composto dal minor numero possibile di partiti. E di partiti politici che abbiano affinità, non differenze», ha detto Fico. Che, fra l’altro, ricorda che KDH insiste a voler formare una formazione di governo con SDKU-DS, Libertà e Solidarietà (SaS) e Most-Hid.

Dunque esclude di aver mai fatto alcuna offerta eclatante. Smer-SD è il maggior partito politico in Slovacchia col 35 per cento di sostegno, ha evidenziato Robert Fico, e non si comprometterà semplicemente per restare al potere.

Il Presidente Ivan Gasparovic Lunedì ha dato incarico a Fico di formare una coalizione di governo entro Mercoledì 23 Giugno. Nel frattempo, i quattro partiti di centro-destra hanno firmato un memorandum per la creazione di una coalizione, e hanno chiesto a Gasparovic un incontro. Il Presidente non ha ancora risposto alla richiesta.

Nella trasmissione politica domenicale di STV ‘O pat minut dvanast‘ (5 Minuti alle 12) Pavol Hrusovsky, capogruppo di KDH al Parlamento, ex presidente del Parlamento – e del Partito –

ha confermato un incontro di Robert Fico con Jan Carnogursky, altro ex presidente di entrambi partito e Parlamento, nel corso del quale Fico avrebbe fatto un appello per considerare una collaborazione fra KDH e Smer. Hrusovsky ha tenuto a precisare che Carnogursky agiva per conto proprio, e non del partito. «KDH non ha niente a che fare con questa faccenda» ha concluso Hrusovsky.

C’è anche da registrare una dichiarazione uscita Venerdì, quando ai nuovi parlamentari sono stati consegnati i mandati elettorali 2010-2014, e si vociferava di pressioni a creare una alleanza KDH-Smer arrivate dal „Cardinale di Roma“. Sua Eminenza Jozef Tomko, unico slovacco che si possa riconoscere in quella descrizione, essendo Cardinale e vivendo a Roma – Prefetto emerito della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli, che da Roma ha tuonato «Tale informazione non è basata sulla verità. Lo nego risolutamente», in una dichiarazione raccolta dall’agenzia di informazione  SITA.


Di seguito il presidente di KDH Figel ha detto, sempe a SITA: «Non ho avuto contatti con Roma. Le nostre decisioni (di KDH) sono indipendenti, serie e logiche. Erano così ben prima delle elezioni». Secondo Figel i Cristiano Democratici hanno offerto ai cittadini della Repubblica, come base per le elezioni, una alternativa di centro-destra. «Questa ha vinto ed ora è nostra responsabilità la sua realizzazione», ha detto.
La Conferenza Episcopale Slovacca (KBS) tramite il suo portavoce Jozef Kovacik informa che rispetta l’autonomia dei partiti nella composizione del nuovo governo. «Rispetteremo in pieno la loro decisione» ha detto. I vescovi cattolici in una lettera pastorale prima delle elezioni invitarono la gente ad andare a votare. E allo stesso tempo fissarono i criteri generali per la decisione dei fedeli su quali materie stessero più a cuore alla Chiesa, ma non si fecero nomi di partiti.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google