Ora è un buon momento per vendere l’azienda, secondo la TPA Horwath

Le fusioni e acquisizioni di mercato sono ripartite di nuovo nel 2011, secondo TPA Horwath, società di consulenze specializzata nelle transazioni. Il direttore generale per Repubblica Ceca e Slovacchia, Igor Mesensky, ha detto a Tasr che questa tendenza dovrebbe proseguire anche nel nuovo anno, anche con un 10% di crescita. Molto dipenderà dallo sviluppo dell’economia europea. Secondo Mesensky, molte aziende hanno saputo adattarsi alle recenti condizioni economiche, e con risparmi interni sono riuscite a ottenere comunque buoni risultati economici nonostante ricavi inferiori. Ci sono però dei settori che sono fermi, in particolare le costruzioni e le società di sviluppo e di commercio immobiliari. Le aziende che operano nel settore alimentare, nel dettaglio e nell’industria di trasformazione, al contrario, possono godere secondo lui di buone prospettive per il futuro. E poi sono salite le aziende slovacche che hanno interesse ad acquisizioni, mentre prima il mercato era dominato dalle società straniere.

Una delle motivazioni principali per la vendita di una società è il passaggio generazionale e di risolvere la questione della successione.

Secondo Mesensky, tra le ragioni per la vendita di un’azenda vi è il problema del passaggio generazionale. Chi ha fatto successo negli anni ’90, e non ha oggi un successore in grado di seguire l’attività, spesso decide di vendere per dedicarsi ad altro, magari a un viaggio intorno al mondo, a giocare a golf o anche solo passare più tempo con la famiglia.  A sentire la TPA Horwath ora è un buon momento per vendere la società, dato che molti settori stanno riportando risultati positivi ed è possibile finanziare l’attività son prestiti bancari a tassi favorevoli.

(Fonte Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.