Il Ministero delle Finanze cerca alleanze per modificare il risparmio immobiliare che il Presidente ha negato

Il Ministero delle Finanze intende discutere con i rappresentanti dei partiti di Governo per apportare modifiche al risparmio immobiliare così da poter ridurre le spese del bilancio statale il prossimo anno. Il Parlamento alla fine non è riuscito ad annullare il veto presidenziale sull’emendamento presentato a metà ottobre, significando che per il momento i termini di contratto per i clienti delle casse di risparmio immobiliare non sono cambiati. Le casse di risparmio nel frattempo lamentano che la discussione su un cambio legislativo di condizioni ha spaventato i clienti, il che si è riflesso in un calo del mercato del risparmio immobiliare, con 155.600 nuovi contratti nei primi nove mesi di quest’anno, ovvero l’11,3% in meno rispetto allo scorso anno.

(Fonte Slovensky Rohzlas)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.