Ministero delle Finanze blocca rimborso dei debiti degli ospedali approvato dal Parlamento

Lo Stato non aiuterà più gli ospedali con risorse pubbliche per chiudere i suoi debiti. Il Ministro delle Finanze Ivan Miklos (SDKU) ha deciso così dopo che è stato fermato il processo di trasformazione degli ospedali in società per azioni. Le due mosse, nelle intenzioni del Governo, dovevano essere compiute contemporaneamente per aiutare gli ospedali a un migliore funzionamento. Tenuto conto del fatto la trasformazione è stata interrotta, Miklos non vede ora alcuna ragione per rimborsare i debiti degli ospedali. Finora, gli ospedali hanno ricevuto circa 310 milioni dallo Stato. Anche se sono stati loro promessi altri 40 milioni circa, non li riceveranno più.

È stato il Presidente della Repubblica Ivan Gasparovic ad arrestare la trasformazione degli ospedali fino alle elezioni anticipate di marzo, quando un nuovo Governo potrà avere il potere di decidere cosa fare. Il Ministro della Salute Ivan Uhliarik (KDH) non considera la decisione di Miklos di congelare i fondi per gli ospedali una soluzione finale. «Nessun Ministro è al di sopra del Parlamento, che ha approvato 350 milioni a sostegno degli ospedali», sostiene Uhliarik.

E mentre il Ministro Miklos difende la sua mossa perché, dice, è in linea con la volontà del Parlamento che ha dato l’ok al sussidio come una delle azioni per la stabilizzazione finanziaria degli ospedali, la cui altra azione era la trasformazione in s.p.a., il Ministro della Salute Uhliarik spera invece che il processo di rimborso dei debiti possa andare avanti.

(Fonte Slovensky Rohzlas)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.