Melos-Ethos, stasera due concerti alla Radio Slovacca

Melos-Ethos, il festival internazionale biennale di musica classica contemporanea (o, come dicono alcuni, di musica seria, in slovacco Vážná hudba) iniziato nei giorni scorsi a Bratislava, e che dal 1991 porta in Slovacchia l’eccellenza della musica contemporanea europea o americana degli ultimi 50 anni, prosegue oggi con due concerti che si tengono in due diverse sale della Radio Slovacca (Slovensky Rohzlas, nell’edificio a forma di piramide che sorge su via Mytna). Il primo più da camera e soprattutto il secondo sinfonico, promettono entrambi interessanti risvolti sonori. Si può trovare il programma dell’intero festival all’indirizzo http://hc.sk/melos-ethos/.

Mercoledì 9/11/2011, ore 17:00
Sala Piccola della Radio Slovacca
Malé koncertné štúdio Slovenského rozhlasu
Ingresso: 6,00 / 3,00 euro

Veni Academy è un ensemble slovacco che concentra la sua attività sull’interpretazione della musica del XX e XXI secolo e sulla promozione della musica contemporanea in Slovacchia. Il progetto Veni Academy, con base a Kosice, ha scommesso sulla formazione di giovani musicisti allo scopo con workshop, seminari, corsi di perfezionamento estivi, in collaborazione con vari enti musicali, come il Conservatorio e la Filarmonica di Stato di Kosice e l’Accademia di Arti Drammatiche e Musicali di Bratislava (VSMU). Le prime cinque opere presentate nel concerto odierno sono parte del Kosice Fontana Mix Project dell’ensemble, quale omaggio silente a uno dei maggiori artisti del XX secolo, John Cage, e al suo pionierismo nella musica moderna.

Ensamble Veni Academy (SK), direttore Kornel Fekete Kovacs (HU)
Programma:
Peter Groll (1974), Fontana MIX
Ivan Buffa (1979), Labyrinth
František Chaloupka, The Book of Sand
Bálint Bolcsó (1979), Aria
Michal Paľko, Fujover the Fountain Square
Balázs Horváth (1976), Magnets
Louis Andriessen (1939), Workers Union

Mercoledì 9/11/2011, ore 19:00
Sala Grande della Radio Slovacca
Veľké koncertné štúdio Slovenského rozhlasu
Ingresso: 5,00 / 6,00 / 7,00 euro

L’estone Anu Tali, dopo il pianoforte a Tallinn ha studiato direzione d’orchestra presso l’Accademia di Musica Estone e l’Accademia Sibelius di Helsinki. Insieme alla sorella gemella Kadri ha fondato nel 1997 la Nordic Symphony Orchestra che coinvolge giovani musicisti da quindici paesi europei in programmi stagionali tematici (Vita e morte, Sinfonia, Musica Grande, A la Russe, Apocalyptica) e interpreta lavori di compositori estoni e scandinavi (anche Sibelius).
Il programma del concerto sinfonico di oggi comprende opere di compositori di diverse generazioni e con background culturali e sociali radicalmente divergenti. Toru Takemitsu (1930-1996) è il primo compositore giapponese ad acquisire reputazione anche in Occidente. Requiem è un singolo movimento, internamente articolato in diverse sezioni più brevi che, con l’eccezione del terzo, hanno solo un minimo di contrasti melodici e strutturali. Juraj Hatrík (1941) è stato influenzato come compositore in larga misura dai suoi gusti extra-musicali – letteratura, poesia, estetica e filosofia. L’autore definisce il suo lavoro Icaro come «conflitto tra grandi ambizioni e immaturità giovanile». Il Concerto per Viola di Krzysztof Penderecki (1933) fu originariamente commissionato dal governo venezuelano per il 200° anniversario della nascita di Simon Bolivar, eroe della lotta per l’indipendenza del Sud America, nel 1983. Rispetto ai concerti precedenti, che hanno un suono monumentale e una ricca trama, il concerto per viola è più vicino alla musica da camera, anche se mantiene il carattere di un lavoro virtuoso di prim’ordine, che dimostra l’eccezionale maturità e concentrazione del compositore, che è riuscito a raggiungere il massimo effetto con mezzi limitati – una struttura lucida e un ambito particolarmente ristretto. Dances, dall’opera Powder Her Face di Thomas Ades (1971), è in realtà una suite assemblate dalla musica di questo lavoro controverso, scritto dal compositore ventiquattrenne nel 1995 su commissione dell’Almeida Opera di Londra. Con quest’opera Ades tentò di dare una rappresentazione musicale della vita di Margaret Campbell, duchessa di Argyll, nota per il suo comportamento scandaloso nella Gran Bretagna dei primi anni Sessanta.

Orchestra Sinfonica della Radio Slovacca (SK), direttore Anu Tali (EE)
Programma:
Toru Takemitsu (1930 – 1996), Requiem
Juraj Hatrík (1941), Icarus, concerto-poema per violino e orchestra | M.Zwiebel, violino
Krzysztof Penderecki (1933), Concerto per viola e orchestra | J.Veverica, viola
Thomas Adès (1971), Dances

Qui sotto:
Video 1: T. Takemitsu, Requiem
Video 2: K. Penderecki, Concerto per viola e orchestra

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

dicembre: 2017
L M M G V S D
« Nov    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google