Il Governo risparmierà milioni riducendo dal 2012 il numero di tratte autostradali a pedaggio per i camion

All’inizio del 2012, il numero di tratti stradali sottoposti a pedaggio per i mezzi pesanti dovrebbe essere ridotto dagli attuali 1.600 a circa la metà. Il Governo dovrebbe così risparmiare milioni di euro in pagamenti al fornitore SkyToll per le transazioni di pedaggio elettronico. Ulteriori modifiche al sistema dovrebbero riguardare le tariffe e la raccolta di pedaggio sulle rimanenti strade di prima categoria, ma c’è anche la possibilità che non siano fatte. Secondo il presidente dell’Associazione degli autotrasportatori slovacchi Cesmad, Pavol Jancovic, che ha recentemente incontrato Figel, il Ministro dei Trasporti non dovrebbe fare cambiamenti fondamentali al sistema prima del marzo 2012, quando si terranno le elezioni anticipate, salvo la riduzione del numero di tratte tariffate. Jancovic ha detto che questa misura va a beneficio dello Stato; l’importante è che non danneggi gli autotrasportatori, rimarcando il principio accordato che il pedaggio viene addebitato soltanto ai veicoli che attraversano per intero il tratto tariffato.

I trasportatori chiedono anche minori tariffe e imposte sui veicoli a motore ecologici e si oppongono all’introduzione del pedaggio su ulteriori strade, sostenendo non appropriato farlo su una rete stradale «non delle migliori» e sostenendo che la situazione nel trasporto merci è già abbastanza difficile ormai da tempo.

(Fonte Webnoviny)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.