Apre la prima autostrada realizzata con un PPP in Slovacchia. Radicova: progetto costoso a danno del Paese

Sono state aperte il 28 ottobre le prime tre sezioni della superstrada slovacca R1, nota con il nome di Pribina. Questo è il primo progetto di infrastruttura autostradale realizzato con un partenariato pubblico-privato (PPP) in Slovacchia. Il progetto è stato assegnato nel mese di agosto 2009 al consorzio Granvia guidato da Concessioni Vinci con una partecipazione del 50%. Il contratto riguarda il finanziamento, la progettazione, costruzione, esercizio e manutenzione, per un periodo di 30 anni, di una strada a quattro corsie per una lunghezza totale di 52 km divisa in quattro sezioni, che collega le località di Nitra e Tekovske Nemce. Il tratto comprende anche una tangenziale della città di Banska Bystrica, che sarà aperta al traffico nel luglio 2012.

Alla cerimonia di apertura erano presenti insieme il Ministro dei Trasporti Jan Figel (capo dei cristiano-democratici KDH) e il capo del partito di opposizione Smer-SD Robert Fico, soto il cui Governo l’opera era stata lanciata. Aspri i commenti dell’attuale Premier Iveta Radicova, che ha detto di non poterci credere. «Stavo guardando il taglio del nastro e per un po‘ non sono riuscita a credere» a quello che vedevo, ha detto, riferendosi alla „strana coppia“, e all’indulgenza politica che ha portato a questo accoppiamento, rendendo normale, ha detto, quella che è stata una «decisione immorale», riferendosi al fatto che la tratta inaugurata è stata probabilmente la più costosa costruita con un progetto PPP, e per la quale il Paese pagherà per 30 anni. La Radicova ha accennato al «grattami la schiena che io poi gratto la tua», un atteggiamento, ha detto, che ha ben poco a che fare con gli interessi del Paese, e molto di più ha a che fare con il potere.

La Radicova ha denunciato in questo modo quello che vede come un‘associazione pericolosa tra Smer-SD, il maggior partito slovacco che nelle scorse elezioni non trovò un partner sufficientemente forte per fare una maggioranza in Parlamento, e i cristiano democratici di KDH che si stanno guardando intorno in vista dell’appuntamento elettorale di marzo.

In un’intervista pubblicata il giorno dopo dal quotidiano Sme, lo stesso Figel ha spiegato che KDH non formerà un’alleanza con Smer, non come coalizione di soli due partiti. Se non sarà possibile un accordo di centro-destra, ha detto, sarà necessario ripensare ad una coalizione più ampia.

(La Redazione)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google