L’Autorità delle telecomunicazioni abbasserà le tasse per le frequenze su pressione dell‘UE

L’Autorità per le telecomunicazioni slovacca TU SR prevede di abbassare le tasse per l’uso delle frequenze radio del 20% dal 1° novembre, scrive il sito web Zive.sk. Il motivo è evitare le sanzioni che la Commissione Europea ha minacciato di applicare in caso contrario. Secondo il documento di proposta presentato dal’autorità per i commenti interministeriali, il regolatore andrà a raccogliere 2,5 milioni di euro in meno di tasse di frequenza nel periodo 2012-2013. Nel 2014 il minor importo sarà di 4 milioni.

Nel 2010, TU SR ha incassato quasi 18 milioni di euro dall’utilizzo delle frequenze, ma in base alla nuova legislazione UE l’importo delle tasse da applicare per le frequenze non potranno superare l’importo delle spese necessarie per la regolamentazione. Dunque TU SR stima di abbassare gradualmente i canoni, che costituiscono quasi il 75% del reddito complessivo dell’ente, ma nel contempo si vedrà aumentare i costi, dopo che le recenti modifiche legislative hanno rafforzato i suoi poteri.

(Fonte telecompaper)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google