Min. Finanze: modifiche al sistema di finanziamento dei comuni con più fondi a disposizione

A seguito delle proteste dei comuni slovacchi, il Governo starebbe per fare alcune concessioni agli enti locali in materia di trasferimenti finanziari. I Comuni avranno maggiori risorse a disposizione nel 2012 di quanto si presumesse con il provvedimento del Ministero delle Finanze inserito nella proposta di bilancio dello Stato. Si tratta, scrive il quotidiano Pravda, probabilmente di una somma di 150 milioni di euro.

Il Ministro delle Finanze Ivan Miklos (SDKU) aveva dichiarato di essere disposto ad aumentare i finanziamenti agli enti locali di un massimo di 35 milioni di euro, perché la situazione del disavanzo non permette di fare di più. Ora, però, scrive il giornale, sembra che il Governo cambierà le sue intenzioni, modificando il sistema di trasferimento ai comuni che tanto aveva fatto sussultare sindaci e consiglieri di tutto il Paese. Il sistema pensato dal Ministro era di finanziare le amministrazioni locali con una quota composta da una miscela di tasse, incassate a livello centrale, tra le quali una parte dell’imposta sulle persone fisiche, di accise, e di imposta sul valore aggiunto. Il che avrebbe dato ai comuni il 3% di fondi in più nel 2012 rispetto agli incassi del 2011, ma col vecchio sistema i sindaci avrebbero incassato ben un 18% in più.

Secondo il presidente dell’Associazione delle città e villaggi della Slovacchia (ZMOS) Jozef Dvonc, sono «diversi i partiti parlamentari che non sono inclini ad approvare il mix in Parlamento».

Il ripensamento sembrerebbe venire dal timore dei politici di introdurre misure forti a danno dei comuni poco prima delle elezioni politiche anticipate, anche se un certo numero di parlamentari della Coalizione aveva intenzione di andare avanti con la manovra..

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*