SPP vuole aumentare i prezzi del gas domestico del 23%, URSO decide entro fine mese

La proposta di aumento dei prezzi pervenuta dalla utility Slovensky plynarensky priemysel (SPP), che chiede un incremento del 23% dei prezzi attuali del gas per le famiglie, potrebbe non essere ancora definitiva, scrive il quotidiano slovacco Sme, perché la direzione di SPP andrò a negoziare ancora  i nuovi prezzi la prossima settimana. Gli azionisti stranieri di SPP, E.ON Ruhrgas e Gaz de France, intendono aumentare i prezzi del gas per uso domestico di quasi un quarto. Anche se i rappresentanti dello Stato nel Consiglio di amministrazione hanno votato contro (lo Stato ha formalmente il 51% della società), questi sono stati messi in minoranza dalla maggioranza.

È contro l’aumento anche la società ceca Energeticky a Prumyslovy Holding (EPH), che dovrebbe acquisire la partecipazione in SPP del consorzio franco-tedesco (c’è chi dice per conto di Gazprom). Daniel Kretínsky di EPH ha detto al quotidiano Sme che, anche se la proposta di SPP è giustificata, EPH non opterebbe per un aumento così alto. «Non è possibile ignorare completamente i prezzi di mercato del gas», ha ammesso Kretínsky.

I nuovi prezzi del gas per le famiglie dovrebbero essere annunciati entro e non oltre il 31 ottobre, dopo che l’Ufficio per la regolamentazione delle industrie di rete (URSO) avrà esaminato la proposta di SPP.

(Fonte Sme)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.