Sono 25 mila i casi di cancro rilevati ogni anno in Slovacchia, con mortalità doppia negli uomini

Ogni anno tra la popolazione slovacca si aggiungono oltre 25.000 nuovi casi di cancro. Nel 2009 i tumori erano la prima causa riconosciuta per le nuove pensioni di invalidità, la seconda causa di disabilità e la terza causa di ospedalizzazione, come ha informato una ricerca del Centro di Informazione Nazionale sulla Salute (NCZI). E con l’invecchiamento della popolazione si deve prevedere anche un aumento dell’incidenza del cancro. Tra i nuovi casi di cancro, infatti, circa 7 su dieci si verificano nella popolazione sopra i 60 anni. Il cancro è la seconda causa di morte della popolazione slovacca, subito dopo le malattie cardiovascolari, con 198,8 casi ogni 100.000 abitanti e un tasso di mortalità per gli uomini quasi due volte superiore rispetto alle donne.

Percentuali di insorgenza di tumori sopra la media del Paese si rilevano nei distretti di Bratislava, Nitra, Trnava e Trencin. Tra i valori più alti di mortalità si segnalano le regioni meridionali e alcuni distretti del nord della Slovacchia. Se non si tiene conto di melanomi e tumori della pelle, la malattia negli uomini è dominata dai tumori maligni del polmone, del colon-retto e della prostata. Per le donne, la maggior diffusione è ancora nel tumore al seno, ai genitali (corpo dell’utero, della cervice e ovaie) e il cancro colon-rettale. Grazie ai progressi della medicina, è in aumento il numero di pazienti con un cancro che sopravvivono per cinque o più anni. Nel periodo dal 1980 al 1984 la sopravvivenza era del 27,4% per gli uomini e del 43,4% per le donne, mentre vent’anni dopo, tra il 2000 e il 2004, le percentuali sono state del 34,3% negli uomini e del 57,6% nelle donne. La maggior parte dei sopravvissuti uomini aveva un tumore alla prostata e le donne un carcinoma mammario.

(Fonte NCZI)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*