Gasparovic: la Radicova al Governo fino alle elezioni anticipate, e va lei al vertice a Bruxelles

L’Esecutivo di Iveta Radicova è destinato a rimanere in sella fino alle elezioni anticipate in programma per il 10 marzo 2012. Questo è l’accordo uscito ieri tra i quattro partiti di centro-destra della Coalizione e il Presidente Ivan Gasparovic. La costituzione dovrà però essere modificata per permettere che questo accada. Nel secondo incontro che il Presidente ha avuto ieri con i leader dei partiti parlamentari dopo l’entrata in crisi dell’attuale maggioranza, Gasparovic ha informato che i quattro capi di SDKU, KDH, Libertà e Solidarietà e Most-Híd sno arrivati ad un accordo, che permetterà a lui di sciogliere il Governo, come da Costituzione, ma poi rinominarlo come amministrazione ad interim per guidare il Paese fino al 10 marzo.

La forma scelta per questo periodo di transizione non è però prevista in Costituzione, come ha anche ricordato il quotidiano Sme nell’edizione di oggi. Si rende dunque necessaria una modifica, che sarà sostenuta anche dal partito d’opposizione Smer e dal suo leader Robert Fico, che non aveva intenzione di sostenere un Governo provvisorio, né di farne parte, e che ha con questa concessione tolto la crisi da una fase di impasse.

SaS, la cui operazione di rifiuto dell’EFSF ha portato a negare la fiducia al Governo l’11 ottobre facendolo cadere, ha deciso di favorire questa soluzione di Governo ad interim. In base all’accordo, SaS, dopo l’approvazione del bilancio dello Stato, dovrebbe poter ottenere in Parlamento la maggioranza per l’abolizione delle immunità parlamentari per le infrazioni e i reati non penali, e la cancellazione delle tasse di concessione che gli utenti di energia elettrica pagano per finanziare il servizio pubblico delle emittenti televisive e radiofoniche di Stato. SaS perseguirà anche l’approvazione di una legge che permetta al pubblico di entrare nelle foreste oggi riservate alle forze militari e otterrà di vedere il suo candidato Jozef Kollar (oggi capogruppo del partito in Parlamento) prendere il posto di Vicepresidente in Parlamento, funzione lasciata libera dalla promozione alle sedia più alta dal cristiano-democratico Pavol Hrusovsky.

Questa nuova situazione ha sicuramente anche favorito la decisione di Gasparovic di incaricare in via definitiva la Premier Radicova a rappresentare il Paese al Consiglio d’Europa (e contemporaneo vertice dell’Eurozona) che si terrà da domenica 23 ottobre a Bruxelles. La cosa era incerta dopo che il partito Smer aveva rifiutato l’idea che un Premier dimissionario andasse al summit, e lo stesso Presidente si era tenuto fino all’ultimo una riserva, sostenendo che anche lui può rappresentare la Slovacchia ai vertici internazionali. Ora, considerando che il Governo sarà rinominato, «non vedo ragione per non incaricare il Primo Ministro», ha detto il Presidente, che forse temeva anche una figura così così nel caso fosse andato lui: il vertice è tenuto in inglese, lingua che Gasparovic mastica con qualche fatica, mentre la Radicova ha una proprietà di linguaggio ben affinata.

L’operazione di sostegno congiunto del quadripartito di centro-destra ad un nuovo Governo provvisorio di Iveta Radicova darà dei risultati a SaS, rendendoli più appetibili per future alleanze, ha detto ieri l’analista Jan Baranek. Dopo il voto di sfiducia e i reiterati rifiuti del partito a portare a proseguire il lavoro fatto negli ultimi mesi sostenendo un Esecutivo minoritario, che aveva portato praticamente a zero le possibilità di SaS di poter avere di nuovo partners in una Coalizione data la sua evidente inaffidabilità, l’accordo di ieri con la troika degli ex partner riporta SaS sul mercato.

Un altro analista politico, Michal Horsky, ritiene che le richieste del partito di Richard Sulik sono piuttosto “un contrappeso simbolico” in cambio del suo voto per la proposta di bilancio 2012 che è di importanza cruciale per il resto della Coalizione. Horsky dice che la nomina del capogruppo Jozef Kollar a Vicepresidente del Parlamento è un tentativo di riabilitare il partito dopo le feroci critiche subite dai suoi ex partner.

(Fonte Sme, Tasr)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.