A Levice nuova occupazione per 250 persone, anche grazie a ditte italiane

Sono arrivati nuovi investimenti al parco industriale di Levice-Juh che hanno portato negli ultimi mesi nuova occupazione, come ha informato il vice sindaco della città Beata Vrabelova; tra le imprese interessate ve ne sono anche di italiane. I nuovi posti di lavoro, in una zona affetta da una disoccupazione al 17,15% (quando il dato nazionale indica un 13,37% a settembre) si sono resi disponibili presso aziende già presenti, come l’olandese Leaf Slovakia, la tedesca ZS Sachs e l’italiana de Miclén, aggiungendo 250 posti di lavoro negli ultimi tre mesi ai circa 2.500 occupati nel parco registrati alla fine di agosto.
Altra occupazione dovrebbe arrivare da investitori italiani nei prossimi mesi, come l’espansione della Gena Logistik, già presente sul posto dal 2008 non appena avrà definito alcuni contenziosi legali, ha detto la Vrabelova, e anche la società Serioplast che ha fatto il collaudo del suo impianto per packaging alimentare e cosmetico nella prima metà di quest’anno ed è presente anche in Ungheria, ha in programma in futuro l’assunzione di altre 60 persone. Nella zona industriale sud di Levice è presente anche un’altra azienda italiana, la Scandolara Tub-Est che si occupa sempre di packaging (tubetti in laminato, alluminio e Pe che produce in 5 stabilimenti di 3 paesi europei).

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.