Parlamento: ritirato il progetto di legge di riforma del prelievo fiscale sui salari

È stata ritirata dal giudizio dei deputati la riforma del prelievo fiscale e sui salari che si sarebbe dovuta discutere in questa sessione parlamentare. In base ad un accordo dei gruppi parlamentari, i deputati hanno votato ieri per togliere il progetto di legge del Gabinetto dall’attuale sessione. Il Ministro del Lavoro e degli Affari Sociali Jozef Mihal aveva informato del ritiro della riforma giovedi scorso dopo la seduta del Consiglio dei Ministri. Amareggiato, il Ministro (che appartiene al partito SaS, responsabile della sfiducia che ha portato all’attuale crisi del Governo) ha detto di aver lavorato sulla riforma per oltre un anno, con la convinzione di rendere un buon servizio ai lavoratori. Secondo Mihal non ci sono possibilità di passare al momento progetti di legge che potrebbero influenzare gli eventi in Slovacchia, «a parte il disegno di legge del bilancio dello Stato».

Sulla base della proposta passata dal Governo, dal prossimo anno la base di calcolo di tasse, contributi sanitari e oneri sociali sarebbe dovuta essere il salario super-lordo (ovvero il salario lordo del dipendente aumentato dei contributi sui salari pagati dal datore di lavoro, eccetto l’assicurazione infortuni).

Le modifiche dovevano portare a un contributo di assicurazione sanitaria e un contributo di previdenza sociale, e a una base di calcolo uniforme per le tasse e gli oneri sociali e sanitari. L’assicurazione sanitaria doveva essere del 9%, tranne per i disabili che avrebbero pagato la metà. I contributi previdenziali per i dipendenti era fissato al 19%, per i lavoratori autonomi e artigiani al 13%, e per gli agenti e rappresentanti del 10%. Le spese forfettarie del 40% del reddito che i lavoratori autonomi possono dedurre dalla loro base imponibile avrebbero dovuto essere sostituite da un limite di circa 200 euro al mese, che è il livello minimo di sussistenza. La parte non imponibile della base imponibile doveva scendere da 19,2 volte a 18 volte il livello di sussistenza per tutti i contribuenti.

(Fonte Webnoviny)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.