Mosaici: slovacchi molto curiosi dell’arte musiva alla mostra di beneficenza di Eurovea

Sta proseguendo, presso la galleria commerciale Eurovea di Bratislava, la mostra di mosaici della Scuola Mosaicisti del Friuli, tra i più prestigiosi istituti di formazione di giovani mosaicisti nel mondo. Aperta fino alla fine del mese, la mostra espone opere di grande manualità, prodotte con materiali di qualità e l’operato amorevole di studenti-artisti che, dopo una dura selezione, vengono a Spilimbergo da tutto il mondo per studiare l’arte musiva. Una tecnica artistica che ha accompagnato il lungo cammino dell’arte mondiale dall’epoca romana fin su alle grandi opere bizantine (per noi italiani è facile associare al mosaico la città di Ravenna o di Aquileia) per proseguire fino ad oggi nella decorazione soprattutto di spazi pubblici e religiosi.

Tra i molti lavori in mostra a Bratislava, si possono trovare opere più “classiche” e figurative (come le riproduzioni in mosaico di famose opere d’arte dal rinascimento al Novecento), ma anche pezzi molto più moderni come le sculture che portano la superficie musiva a livello tridimensionale, o quelli di stile “optical”, astratti, geometrici e sempre di forte impatto.

La mostra ha finalità di beneficenza, in quanto la vendita dei lavori (sono una cinquantina le opere disponibili) servirà a sostenere l’attività della Scuola Mosaicisti (l’80% del prezzo di vendita), e al tempo stesso a fare un’opera generosa con una donazione (il restante 20%) destinata ad una struttura slovacca che ospita bambini orfani nella località di Jelka, non distante da Bratislava.

L’operazione, organizzata con gli sforzi di imprenditori italiani come Lucio Masutti (Medea Team) e Bruno Mrak (Metalfil), è a costo (e profitto) zero. Lucio e Bruno hanno conquistato l’impegno di altri imprenditori a contribuire alla riuscita dell’iniziativa – chi offrendo il trasporto delle opere, chi l’approntamento della sede espositiva, chi ha dato materiali per l’installazione o per l’impianto luci e così via – contando sulla generosità degli slovacchi e degli italiani presenti in questo Paese.

Due studentesse della scuola sono presenti in questi giorni nello spazio espositivo, disponibili a dare informazioni sulla tecnica antica e moderna, e anche per una dimostrazione dal vivo. Nei quindici giorni passati, infatti, hanno realizzato un paio di mosaici per committenti un po’ speciali. Uno di questi è il Comune di Bratislava, per il quale è stato realizzato lo stemma cittadino, che verrà donato consegnandolo al Sindaco Milan Ftacnik nell’evento di chiusura riservato agli invitati il 31 ottobre prossimo. Per l’occasione, la Regione Friuli Venezia Giulia, che ha patrocinato l’iniziativa, porterà assaggi di prodotti tipici friulani che saranno a disposizione del pubblico presente dopo l’atto “istituzionale”.

Qui il volantino con la mappa per raggiungere la mostra. E qui sono disponibili le Istruzioni e il Listino per l’acquisto dei mosaici. Per maggiori informazioni contattare : segreterialm@medea.sk.

Cosa: Mosaici della Scuola Mosaicisti del Friuli
Dove: Eurovea, ala ovest, ultimo piano (vicino all’edificio a „uovo“).
Quando: ogni giorno dalle 10:00 alle 18:00, fino al 31 ottobre 2011
Organizzazione: Medea Team, Lucio Masutti, Metalfil, Bruno Mrak

Foto © Franco Wendler / Buongiorno Slovacchia

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.