S&P: andremo a valutare un taglio di rating se la Slovacchia ritarda le riforme e non rispetta il consolidamento dei conti

La caduta del Governo Radicova avvenuta questa settimana potrebbe compromettere la valutazione dell’economia della Slovacchia a livello internazionale. L‘agenzia di rating Standard & Poor’s ha dichiarato al quotidiano economico Hospodarske Noviny che potrebbe declassare il rating sovrano corrente A+ a meno che il nuovo Governo non inizi con le riforme il più presto possibile. «Se l’attuale situazione politica dovesse ridurre gli impegni al consolidamento fiscale del Paese e ritardasse notevolmente le riforme, andremo a rivalutare se l’attuale rating riflette la realtà», ha dichiarato Ana Mates di S&P. Un declassamento potrebbe influenzare i tassi ai quali la Slovacchia si rifinanzia sui mercati.

Nel tentativo di dissipare le preoccupazioni, gli economisti hanno fatto notare che la situazione non è necessariamente così seria. L’analista Kamil Boros di X-Trade Brokers dice che Portogallo e Belgio, pur in difficoltà, sono in grado di rifinanziarsi a tassi vantaggiosi a dispetto dei tagli di rating che hanno subito. «È importante che la Slovacchia abbia ancora un buon rapporto tra il debito e il prodotto interno lordo», ha detto l’analista Jan Benak di Trim Broker. Per il momento, le altre due agenzie di rating internazionali, Fitch e Moody’s non hanno mostrato intenzioni di rivedere la valutazione per la Slovacchia.

(Fonte HN)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*