Governo: il salario minimo nelle imprese slovacche aumenta del 3,2% nel 2012

Il Governo ha approvato l’altro ieri un aumento del 3,2% del salario minimo di legge che le aziende slovacche devono garantire ai loro dipendenti. L’ammontare minimo lordo mensile è stato portato a 327,20 euro dal 2012. È passata dunque la proposta, alla quale era obbligato per legge, del Ministro del Lavoro Jozef Mihal (SaS) di un aumento corrispondente alla crescita media dei salari del 2010.

La risoluzione del Ministero, e di seguito del Governo di aumentare da 317 a 327,20 euro il salario minimo ha fatto seguito all’impossibilità di trovare un accordo sulla questione con le parti sociali. I negoziati, protrattisi per settimane (o meglio mesi) nell’ambito del Consiglio economico e sociale con sindacati e datori di lavoro, infatti, non avevano portato a un compromesso, stante la richiesta dei sindacati di aumentare il salario di oltre il 4% e la contraria spinta delle imprese a lasciare la somma invariata. Il Ministro era più a favore della posizione degli imprenditori, magari realizzando un simbolico aumento minimo, ma garantendo che i lavoratori avrebbero guadagnato di più dalla riforma del prelievo sui salari che lui sta cercando di far approvare anche in questi giorni, dopo la caduta formale del Governo (alla quale peraltro anche lui ha contribuito). Alla fine, obbligato dalla normativa attuale, il Ministero ha presentato la proposta di incremento del 3,2%, portando la retribuzione minima oraria a 1,88 euro, dopo che a inizio 2011 era salita del 3%, che era la crescita del salario medio in Slovacchia nel 2009.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*