Krajcer: SaS potrebbe uscire dal Governo, ma sostenendo le leggi in linea con il programma del Governo

Secondo quanto lasciato filtrare ieri da uno degli esponenti del partito SaS nel Governo, il Ministro della Cultura Daniel Krajcer, lui e i suoi colleghi ministri di Libertà e Solidarietà probabilmente non rimarranno nel Governo che traghetterà il Paese fino alle elezioni anticipate nel marzo 2012. In ogni caso, ha detto Krajcer, una decisione finale su questa faccenda sarà presa con il Presidente Gasparovic quando dopo il suo rientro nel Paese, previsto per oggi, anche se Krajcer dice che «non c’è motivo per noi di scappare», dato che «tutti i ministri di SaS hanno fatto bene il loro lavoro e senza scandali». Il Presidente Gasparovic ha dovuto interrompere per la crisi slovacca una visita di Stato nel Sud Est asiatico, e dopo l’Indonesia ha saltato i suoi incontri nelle Filippine per rientrare in tutta fretta in Slovacchia. Con lui è anche il Ministro dell’Economia Juraj Miskov (SaS).

La Premier Iveta Radicova aveva invitato con stizza martedì sera, pochi minuti dopo il default della maggioranza, i rappresentanti di Libertà e Solidarietà che occupano cariche istituzionali a lasciare il loro posto. Lo aveva fatto con il Presidente del Parlamento Richard Sulik (se è un uomo lo dimostri, aveva detto) e lo aveva fatto con i quattro ministri SaS che siedono nel suo Governo, peraltro anche in posizioni di rilievo. Economia, Lavoro, Difesa e Cultura sono le quattro aree ministeriali occupate dagli uomini del partito di Sulik.

L’invito, secondo Krajcer, non è stato ripetuto quando ieri, per la prima volta dopo la sfiducia al Governo, i ministri di SaS si sono seduti intorno a un tavolo con i colleghi degli altri tre partiti di maggioranza. «Abbiamo solo discusso delle possibili opzioni costituzionali connesse al ritorno del Presidente Gasparovic», ha spiegato Krajcer.

Alla domanda se SaS continuerà a sostenere i provvedimenti legislativi previsti nel Manifesto programmatico del Governo, Krajcer ha detto che dipende dalla legislazione stessa. «Abbiamo votato per la proposta di bilancio 2012 oggi [ieri] perché riteniamo che sia importante, e questo sarà il nostro approccio verso tutte le future proposte», ha detto Krajcer. Il ruolo di SaS, ha aggiunto, è al servizio dei cittadini slovacchi, non dei partiti politici.

Secondo l’avvocato Dusan Nikodym dell’Accademia Slovacca delle Scienze (SAV), se la Radicova chiede il licenziamento di alcuni ministri, il Presidente potrebbe accontentarla, «commissionando ad uno dei leader politici di negoziare la formazione di un nuovo Governo».

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*