Forbes: il Canada miglior Paese per le imprese. La Slovacchia, 33esima, prima tra i paesi V4

Miglior Paese al mondo per fare business è risultato il Canada, secondo la tabella di quest’anno pubblicata dalla rivista Forbes. Sul podio anche Nuova Zelanda e Hong Kong. La Danimarca, che era al primo posto l’anno scorso, è scesa al 5°. Gli Stati Uniti sono scesi dal 9° al 10° posto perché sono diventati il Paese con le maggiori imposte sulle società nei paesi sviluppati. Nella Top 10 figurano anche l’Irlanda al 4° posto, e Singapore, Svezia, Norvegia e Regno Unito, rispettivamente dal 6° al 9° posto.

La Slovacchia è risultata al 33° posto (guadagnandone 5, che è comunque la migliore posizione tra i 4 paesi del Gruppo di Visegrad. La Polonia è infatti al 38°, la Repubblica Ceca al 39° e l’Ungheria al 43°.

Nella motivazione di Forbes, la Slovacchia è lodata per le importanti riforme economiche fatte dalla sua separazione dalla Repubblica Ceca nel 1993. Tassazione, sanità, pensione, e sistemi di assistenza sociale hanno aiutato la Slovacchia a consolidare il proprio bilancio, a entrare nell’UE e ad adottare l’Euro. Le privatizzazioni principali sono state quasi completate, scrive Forbes, il settore bancario è quasi interamente in mani straniere, e il Governo ha contribuito a facilitare un boom degli investimenti stranieri con politiche a favore delle imprese. La crescita economica del Paese è stata oltre le aspettative nel 2001-2008 mentre l’Europa rallentava, ma la disoccupazione, pur scesa al 7,7% nel 2008, è risalita nella crisi rimanendo il tallone d’Achille dell’economia.

Dei paesi ex socialisti, l’Estonia ha conseguito il risultato migliore con il suo 16° posto, anche meglio della Germania, arrivata 21esima. Solo 36esima l’Italia, che comunque guadagna una posizione rispetto alla stessa tabella dello scorso anno.

La classifica, messa insieme dalla rivista Forbes, è basata su ricerche e studi pubblicati da CIA, Freedom House, Heritage Foundation, Property Rights Alliance, Transparency International, Banca Mondiale e World Economic Forum.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.