UniCredit: l’Euro ha aiutato le imprese slovacche, ma non è stato così cruciale nella crisi

In questi giorni di tensione politica in attesa di conoscere quale sarà la posizione della Slovacchia nei confronti dell’Euro, o meglio, rispetto all’estensione delle garanzie decise a livello europeo del fondo di salvataggio UE chiamato EFSF, non tutti sono d’accordo sul fatto che l’Euro abbia svolto un ruolo cruciale in questi anni di crisi. Durante i suoi primi 1.000 giorni di esistenza (ovvero da quando è entrato in vigore in Slovacchia nel gennaio 2009), la moneta comune europea ha aiutato in particolare gli uomini d’affari, che hanno risparmiato sui rischi di cambio e nei costi delle transazioni, ed è stato utile per molti turisti (stranieri in Slovacchia e slovacchi in Europa), che non hanno avuto necessità di cambiare i loro soldi, ha detto l’analista David Derenik di UniCredit Bank.

Ma, d’altro canto parte, l’Euro – in combinazione con la crisi del debito – ha portato anche degli svantaggi per la Slovacchia. La combinazione tra l’ingresso nella Zona Euro e lo scoppio della crisi del debito, dice Derenik, «non ha consentito alla Slovacchia di sostenere la sua sovranità monetaria rendendola potenzialmente più competitiva grazie ad una valuta più debole», lasciando intendere che in Slovacchia non si è potuta fare la svalutazione della moneta nazionale che invece è stata realizzata negli altri paesi vicini (Ungheria, Repubblica Ceca, Polonia).

Questo è anche il motivo per cui la Slovacchia, pensa l’analista UniCredit, ha visto la decelerazione più significativa dell’industria e la crescita più alta della disoccupazione di tutti i quattro paesi Visegrad (Slovacchia, Ungheria, Polonia, Repubblica Ceca).

La Slovacchia, ha sottolineato, ha dovuto rispettare gli stretti criteri di Maastricht per unirsi all’Eurozona, ma questa non ha garantito il rispetto delle regole e ha dimostrato di non saper reagire subito e con decisione. «La Slovacchia ora sta un po’ subendo per quello che non si sapeva prima. Se non ci fosse stata la crisi e i problemi con la Grecia, l’Euro potrebbe avere avuto effetti molto più positivi sulla Slovacchia nel lungo periodo», ha detto Derenik.

(La Redazione)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.