Turismo: stretta sulle agenzie di viaggio slovacche, il 90% fanno contratti che non rispettano la legge

Dalla relazione finale di una ispezione realizzata di recente nelle agenzie di viaggio slovacche, ha detto ieri il Ministro dell’Economia Juraj Miskov risulta un dato sorprendente: nove operatori su dieci utilizzano pratiche commerciali sleali.  «Ho ragione di credere che le pratiche commerciali oneste hanno fallito», ha detto Miskov, affiancato da Nadezda Machitova, responsabile dell’Ispettorato slovacco per il commercio (SOI). L’ispezione ha rilevato carenze in 42 su 53 organizzazioni monitorate, il che vuol dire un 79,2%, ma la percentuale è comunque scesa rispetto all’86,5% del 2009.

«È incredibile scoprire che l’88% dei contratti non rispettava la legge nel 2009 e che questo numero è salito addirittura al 95% nel 2011», ha detto la Machutova, parlando dei contratti stipulati dalle agenzie con i clienti, che l’Ispettorato ha passato al setaccio, non lesinando di andare a controllare anche i dieci maggiori operatori del turismo membri  dell’Associazione slovacca delle Agenzie di Viaggio (SACKA). Il capo dell’associazione, Mikulas Milko, ha difeso le agenzie dicendo che la maggior parte delle carenze riscontrate erano del tutto involontarie e non avevano lo scopo di ingannare consapevolmente i clienti.

Per far fronte al quadro desolante che è stato verificato con l’indagine, e mettere mano ad una legislazione a volte ambigua, il Ministero dell’Economia stilerà con l’Ispettorato del commercio quattro misure che intendono migliorare le pratiche delle agenzie di viaggio nei confronti dei loro clienti. Tra questi provvedimenti, vi sarà l’obbligo a includere una chiara definizione di termini e condizioni di viaggio, e l’aggiunta di clausole che impediscano alle agenzie di sfuggire al regime legislativo vigente. Se vengono cambiate le condizioni da parte dell’operatore di viaggio, tuttavia, queste saranno annullate e il cliente non si troverà senza copertura, ha detto il Ministro alla conferenza stampa. Le agenzie di viaggi dovranno essere a completa disposizione dei viaggiatori dal momento in cui questi si riuniscono per la partenza (mentre ora l’agenzia contatta i clienti solo dopo il loro arrivo a destinazione). Questo dovrebbe evitare i numerosi disagi che i viaggiatori si trovano ad affrontare da soli in caso di ritardi nelle partenze, in particolare per i voli aerei charter. Sarà necessario indicare in maniera chiara e completa il prezzo del viaggio, compresi tutti i tipi di addebiti. Infine, l’ultima misura si prenderà cura di una totale informazione dei clienti sulle conseguenze di un eventuale fallimento della loro agenzia.

Ci sono attualmente più di 300 agenzie di viaggio autorizzate ad operare sul mercato slovacco. Di queste, 170 sono membri SACKA.

(La Redazione, Fonte Ministero dell’Economia/SOI)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*