Il Ministro Lipsic: si chiuda il caso di Hedviga Malinova (e il Governo farà le sue scuse)

Il quotidiano Sme ha scritto che la Slovacchia chiederà ufficialmente scusa a Hedviga Malinová-Žáková, una slovacca ungherese che cinque anni fa aveva riferito alla Polizia di essere stata aggredita mentre si recava a un esame presso la sua università a Nitra, probabilmente perché qualcuno l’aveva sentita parlare ungherese.

Sme ha riportato che il Gabinetto del Primo Ministro Iveta Radicova ha concordato il 28 settembre di preparare le sue scuse. Lei fece ricorso per violazione dei diritti umani alla Corte Europea dei Diritti dell’uomo (ECHR) di Strasburgo, poiché ritiene che vi siano stati degli errori durante l’inchiesta.

Il caso di Hedviga Malinova, che risale all‘agosto 2006, deve essere immediatamente chiuso in modo che si possa rimediare ad almeno una parte degli errori commessi dalle autorità, ha dichiarato ieri il Ministro dell’Interno Daniel Lipsic (KDH), aggiungendo che è inaccettabile che l’Ufficio del Procuratore Generale indaghi su una questione classificata come falsa testimonianza per cinque anni. «Se qualcuno viene sospettato di un atto criminale o è stato da questo danneggiato, che sia vero o falso, ognuno ha il diritto di vedere chiusa la questione entro un ragionevole periodo di tempo senza giochi politici o raggiri di terzi», ha aggiunto il Ministro. Secondo lui, l’ex dirigenza dell’Ufficio del Procuratore Generale è responsabile del protrarsi all’infinito delle indagini in questo caso. Lipsic ha ribadito la sua opinione che l’intero caso è stato politicizzato dall’ex Primo Ministro Robert Fico e il suo Ministro degli Interni Robert Kalinak.

Il Ministro non ha voluto commentare la decisione del Governo, che secondo il quotidiano Sme ha votato in una seduta a porte chiuse affinché la Repubblica Slovacca chieda scusa ufficialmente a Hedviga Malinova. «Trovo assurdo che dopo una sessione a porte chiuse con quindici membri dell’Esecutivo, tutti sanno in cinque minuti di che materiale si tratta e come tutti hanno votato», ha osservato Lipsic.

Il caso è bloccato nell’Ufficio della Procura a causa di una perizia del Preside della Facoltà di Medicina dell’Università Comenius, Peter Labas, che ha contestato la realtà che la Malinova abbia davvero subito un attacco. Lei, però, avrebbe superato per due volte i test poligrafici non ufficiali (il test chiamato comunemente macchina della verità).

(Fonte Sme / webnoviny)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google