La Slovacchia – destinazione attraente per gli investitori

Riceviamo e volentieri pubblichiamo, da parte del Direttore Generale della Sario –Juraj Kiesel- , un importante contributo sullo scenario attuale del Paese Slovacchia all’interno dell’area UE e sulle reali possibilità di continuare ad attrarre investimenti esteri. Ricordiamo il Direttore Kiesel, giornalista professionista, per molti anni commentatore economico da Praga e speaker della Radio di Stato.

„La Slovacchia – come le altre, molto più forti economie del mondo è stata anch‘essa segnata dalla crisi economica mondiale. Le sue manifestazioni sono varie. Noi all‘Agenzia che ha il compito di promuovere le esportazioni delle società slovacche all’estero e la facilitazione dell’afflusso di investimenti esteri in Slovacchia, l‘abbiamo avvertita soprattutto come approccio più „conservativo“, ed in parte sulla strategia del “gioco d’attesa” durante la fase decisionale dell’attività di investimento. Questo non significa tuttavia che l’interesse verso la Repubblica Slovacca sia calato. L’economia Slovacca è, nonostante gli impatti negativi a livello mondiale, valutata in maniera ancora molto positiva da rinomate agenzie ed istituzioni. Il clima favorevole agli investimenti in Slovacchia è documentato anche dal sondaggio tra gli investitori stranieri già operanti, la maggior parte dei quali ha dichiarato che avrebbe ripetuto il suo piano di investimenti in Slovacchia. Tutte le più rinomate agenzie di rating valutano la Repubblica Slovacca come uno dei migliori Paesi dell’Europa centrale e orientale -CEE-. In particolare: Moody’s Corporation ci  assegna il rating A1, Fitch il rating A+ e Standard & Poor’s A+ / A1. Guardando l’economia Slovacca in termini di sviluppo economico previsto, il Fondo Monetario Internazionale ci predice la più alta crescita del PIL nella zona Euro (4,1%). Aspettative simili – cioè la più alta crescita dell’economia Slovacca all’interno della zona euro quest’anno ci sono attribuite anche dalla Commissione europea (CE); dall’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo (OCSE); dalla  Banca Nazionale della Slovacchia (NBS) e dal Ministero delle Finanze (MFSR). La Comunità Europea prevede una crescita del PIL nel 2010  del 1,9 percento; l’ OCSE + 2,0 percento; la  NBS del 3,2 percento  ed il Ministero delle Finanze un più 2,8 percento. La Repubblica Slovacca è quindi ancora una destinazione attraente, come dimostrano le richieste quasi quotidiane e le trattative con potenziali investitori, che si svolgono presso l’Agenzia Sario. Il processo decisionale è, tuttavia, per ovvii motivi, al momento attuale molto lungo; il che  da un punto di vista statistico si manifesta come un calo annuo del numero di progetti di investimento portati a conclusione con successo. I segni negativi della recessione economica e l’impatto sugli investimenti hanno causato una diminuzione della domanda, maggiore incertezza e criteri più severi per il finanziamento dei progetti.  Quando si guardano i risultati finanziari preliminari delle società portanti dell‘economia slovacca, notiamo un calo della produzione, vendite e profitti. Ha avuto il suo ruolo anche l’introduzione dell’Euro in Slovacchia, che da un lato ha prodotto una maggiore certezza per gli investimenti, ma dall’altro ha ridotto la competitivà. Tuttavia, possiamo dire che in confronto con l‘anno 2008 abbiamo registrato una significativa diminuzione del numero di progetti di investimento (34 progetti nel 2008; 8 progetti nel 2009), ma in termini di somma investita, o creazione di nuovi posti di lavoro, la differenza è meno pronunciata. Nel 2008 infatti, i 24 progetti di investimento hanno generato 4.624 posti di lavoro dichiarati; nel 2009 attraverso otto progetti di investimento  si sono generati tra i 2.625 ed i 4.450 posti di lavoro. Ha contribuito in modo significativo a questo il fatto che l’anno scorso si è riuscito a realizzare un investimento definito di natura strategica – AU Optronics a Trencin.  L‘azienda AUO è uno dei principali produttori a livello mondiale  di pannelli LCD  ed ha deciso di investire nella fabbrica di Trencin 191,3 milioni di Euro con l’intenzione di creare 1.300 posti di lavoro diretti e quasi 2.000 indiretti. I rappresentanti di AUO hanno commentato che, nel decidere sulla localizzazione degli investimenti, hanno preso in considerazione non solo la conveniente posizione della Slovacchia, ma la nostra appartenenza alla zona Euro, la sicurezza dell‘imprenditoria e la qualità delle risorse umane. L‘investimento di AU Optronics nel contesto della crisi globale e la  generale  diminuzione degli investimenti in tutti i paesi economicamente sviluppati dovrebbero essere considerati più profondamente – messaggio che la Slovacchia è una buona destinazione per gli investitori”.

(Juraj Kiesel –Direttore Generale della Sario; traduzione Luciano Rossi)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google