Radicova: l‘unione fiscale deve essere decisa dai cittadini

In un’intervista per il quotidiano croato Vjesnik fatta nel corso della sua visita al Paese adriatico, la Premier slovacca Iveta Radicova ha dichiarato che qualsiasi istituzione di un’unione fiscale nell‘UE dovrebbe essere basata su una decisione dei cittadini. La Radicova ha anche detto che soluzioni specifiche e accordi in questo campo sarebbero realistici solo se a lungo termine, in quanto il Trattato di Lisbona dovrebbe essere modificato o dovrebbe essere adottato un nuovo trattato, e servirà comunque l‘approvazione di tutti gli Stati membri.

«Tra le soluzioni discusse in Slovacchia, noi abbiamo ad esempio detto sì a un tetto per il debito, che ci piacerebbe assicurare con una legge costituzionale», ha detto la Radicova, secondo la quale, però, le competenze di amministrazione fiscale e l’armonizzazione delle imposte dirette dovrebbe rimanere di competenza dei governi nazionali.

Per quanto riguarda l’emissione di un prestito per la Grecia, la Premier ha sottolineato che per una risoluzione effettiva della situazione debitoria, è essenziale un approccio efficiente a livello dello Stato, per frenare il disavanzo delle amministrazioni pubbliche e l’adozione delle riforme. «A livello bilaterale, il prestito per la Grecia non risolve nulla. Per fornire un ulteriore aiuto oggi bisogna imporre delle chiare condizioni e sottoporle a una valutazione della Commissione Europea, della Banca Centrale Europea e del Fondo Monetario Internazionale, in modo che la Grecia mantenga i suoi impegni», ha aggiunto la Radicova.

(Fonte Webnoviny)

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.