Undicesima tappa di SBK: Guintoli conferma la sua ritrovata forma, sfortuna e ancora sfortuna per il Kuba

La gara di Imola di superbike di ieri lascia un mezzo sorriso al team Effenbert Liberty Racing. L’impegno di Sylvain Guintoli, che dimostra una confidenza sempre maggiore con la sua Ducati 1198F10, lo ha portato a conquistare un buon settimo posto nella classifica piloti, che controbilancia invece l’opacità del suo compagno di squadra, Jakub “Kuba” Smrz, che già dopo una Superpole arrugginita, cade al primo giro della seconda gara. La fiducia quindi è tutta riposta nelle mani del pilota francese che dovrà cercare di dare il massimo nelle ultime due gare rimaste del campionato, in Francia e in Portogallo. La squadra spera comunque che anche Smrz possa riconquistare fiducia e seguire l’esempio del compagno. Ci sono poi altre note positive da segnalare per quanto riguarda la classifica: la Liberty si piazza al quarto posto fra i Team (276 punti grazie al duo Guintoli-Smrz) e la Ducati si conferma in testa alla classifica costruttori con 441 punti.

In gara 1, Guintoli arriva sesto seguito da Jakub Smrz: il primo conferma le sue performance già dimostrate nelle prove e in Superpole, il secondo riesce a riscattarsi dopo un pre-gara poco entusiasmante. La gara viene conquistata da Jonathan Rea (Castrol Honda), che torna al successo con classe davanti ad un agguerrito Noriyuki Haga che fino all’ultimo giro ha cercato di superare il pilota irlandese. Haga porta punti preziosi in casa Aprilia, nonostante l’assenza importante di Max Biaggi.

La gara due porta alla vittoria Carlos Checa che ormai ha in tasca il mondiale e si impone con molti punti di vantaggio nella classifica. Completa il podio Leon Camier (Alitalia Racing), seguito da Eugene Laverty (Yamaha World Superbike), Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport) e Marco Melandri, autore di una grande rimonta fino alla sesta posizione. A seguire Guintoli, arrivato settimo e si registra invece un’amara uscita di scena di Smrz, caduto ancora una volta, e stavolta subito dopo lo start.

Ecco le dichiarazioni dei due piloti:

«Possiamo ritenerci soddisfatti, anche se in gara 2 potevamo raccogliere forse qualcosina di più per come si era evoluta la situazione.Siamo sempre stati competitivi con le moto dirette rivali, son convinto che anche negli ultimi due tracciati il nostro Team potrà dire la sua». Non è di umore positivo, al contrario, il pilota ceco Jakub Smrz: «Se in gara 1 son riuscito, con continuità e pazienza, a recuperare diverse posizioni fino al settimo posto attraverso una gara pulita e ordinata, purtroppo gara 2 ha evidenziato nuovamente quanto per me sia stata sfortunata questa stagione. Subito al via ho perso terreno rispetto ai miei avversari, per recuperare subito ho spinto in maniera notevole e questo mi ha fatto uscire con un errore in curva».

(Katia Montresor)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google