Larry King parla del futuro dei media su TA3 con Jan Kraus

Ogni giorno portare nelle case quel genere di informazione che aiuta le persone a sentirsi più aggiornate: questo è il ruolo del giornalista, lo ha detto ieri il leggendario conduttore televisivo americano Larry King. Lui, 77 anni, ha elogiato personaggi come Nelson Mandela, sette presidenti americani, i leader politici e le persone che stanno aiutando gli altri e che lui ha avuto la fortuna e l’onore di intervistare nel suo show durante i suoi 53 anni di carriera nel tubo catodico.

In questa occasione, sulla rete televisiva TA3, i ruoli si sono invertiti ed è toccato a lui essere intervistato da Jan Kraus, famoso conduttore di un talk show ceco, molto amato anche in Slovacchia. Alla domanda se ricordava di eventuali ospiti slovacchi nel suo talk show, King (i cui genitori provenivano dall’Austria) ha risposto certo, l’ex Presidente della Cecoslovacchia Vaclav Havel e il leggendario giocatore di hockey Jaromir Jagr, aggiungendo che è impossibile ricordare tutti i suoi 50.000 ospiti. Lo scusiamo, considerando che né Havel né Jagr sono slovacchi ma cechi. Tuttavia, egli ha avuto tra i suoi ospiti l’ex Primo Ministro Mikulas Dzurinda, ma lo ha confuso con il Primo Ministro della Romania.

Per quanto riguarda il futuro dei media del servizio pubblico, King pensa che la sua esistenza sia necessaria perché svolge il ruolo di servizio pubblico. Tuttavia, si dovrebbe sempre mantenere l’obiettività e presentare diversi punti di vista, ha aggiunto.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google