Serie A: male il Napoli di Hamsik a Verona, il Genoa di Kucka in testa con Juventus e Udinese

Perde nel turno infrasettimanale il Napoli di Marek Hamsik, il tecnico Mazzarri sceglie di cambiare e rivoluziona letteralmente la squadra cambiando sette giocatori. Tutto sembra andare per il meglio, ma un erroraccio di Fideleff regala a Moscardelli un assist con cui può tranquillamente battere De Santis. Del trio delle meraviglie Lavezzi-Cavani-Hamsik entra solo l’uruguaiano quando ormai però è tutto già deciso, finisce 1-0 per il Chievo.

Il Genoa di Kucka invece aggancia la testa della classifica con un convincente 3-0 al Catania, i liguri giocano un buon calcio contro i siciliani, il protagonista della serata è Rodrigo Palacio con una doppietta ed un assist per la rete di Costant. Per lo slovacco Kucka una partita generosa, senza però quelle giocate che lo hanno messo nella lista di tante grandi squadre. L’allenatore del Catania Montella invece dovrà lavorare e molto sul reparto difensivo, troppe le amnesie nella serata di Marassi.

La Juventus pareggia in casa contro il Bologna, fa tutto Mirko Vucinic che segna su un’invenzione di Andrea Pirlo e poi si fa espellere per un fallo inutile. Nel secondo tempo il Bologna trova il pareggio con capitan Portanova su una colossale dormita di Giorgio Chiellini, ma i bianconeri ci sono e reagiscono mostrando quaranta minuti di calcio spettacolare anche in 10. Gli applausi finali dicono tutto di come si respiri aria nuova a Torino.

Si riprende invece la Lazio Eddy Reja, il Cesena parte bene con la rete di Adrian Mutu, ma la reazione della Lazio è subito pronta. Pareggia su rigore “il profeta” Hernanes e il tedesco Miroslav Klose firma il gol vittoria che porta i tre punti ed un po’ di serenità finalmente a Roma.

Tutto facile per la Fiorentina contro il Parma, senza Sebastian Giovinco gli ospiti sembrano privi di idee in attacco ed i viola sono bravi ad approfittarne, la doppietta di uno scatenato Jovetic e la rete di Alessandro Cerci incorniciano una partita perfetta.

Vince e stupisce l’Atalanta di Stefano Colantuono, squadra solida e capace di soffrire, doppietta di German Denis e penalizzazione annullata. I bergamaschi c’è da notare che senza quel -6 sarebbero ora in testa alla classifica.

Palermo vince, ma sbaglia l’impossibile. Finisce 3-2 contro il Cagliari, con i sardi che dormono un po’ troppo prima di decidere di giocare finalmente a pallone. Da notare il primo gol dell’israeliano Zahavi, uno di quelli da segnare come candidati al gol più bello del 2011.

(Alessandro Gazzera)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google