Il Governo propone cambio con forti tagli nei trasferimenti ai comuni slovacchi

Il Ministero delle Finanze slovacco ha presentato ieri una proposta di modifica dei trasferimenti finanziari agli enti locali di auto-governo, regioni e comuni, che il Consiglio dei Ministri ha adottato. La proposta prevede che lo Stato trasferisca ai comuni una quota delle sue entrate da un mix di tasse, compresa l’imposta sul reddito personale, accise e IVA. Attualmente, gli enti locali sono finanziati soltanto da una quota del gettito dell’imposta sul reddito personale. In seguito al cambiamento, però, nel 2012 i comuni riceverebbero meno di quanto non incassino con la formula attuale. Il nuovo meccanismo fissa infatti per i comuni una somma superiore del 3% il prossimo anno di quello che hanno ricevuto nel 2011 (cioè 1.637 miliardi di euro). Ma l’attuale sistema darebbe ai comuni un 18,6% in più (240 milioni di euro) rispetto alla somma del 2011.

Il Ministero delle Finanze sostiene la linea che sarebbe ingiusto, in un momento in cui il Governo e l’Amministrazione centrale devono ridurre le proprie spese, non far partecipare a questo sforzo anche città, villaggi e regioni. Le amministrazioni locali autonome, dice la proposta del Ministero, «con le sue spese a oltre 4 miliardi di euro sono una componente importante dei conti pubblici».

L’Associazione delle Città e Villaggi (ZMOS) si oppone con forza all’introduzione del nuovo sistema, sostenendo che nelle piccole città e villaggi i servizi di base ai cittadini potrebbero essere messi in pericolo.

(Fonte webnoviny)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google