Il Rettore dell’Università Comenius chiede più fondi e investimenti dallo Stato

Il Rettore dell’Università più grande, antica e conosciuta della Slovacchia, la Comenius, ha lamentato la necessità di maggiori finanziamenti per le istituzioni accademiche. Karol Micieta,  in carica dal febbraio di quest’anno per un mandato quadriennale, ha fatto questo appello nel suo intervento alla cerimonia di apertura del nuovo anno accademico ieri, esprimendo nel contempo l’auspicio che l’Università riesca a superare le difficoltà finanziarie senza sprofondare nei debiti.

Micieta ha sottolineato la possibilità di ricevere finanziamenti UE che molte università in Slovacchia hanno avuto, ma non è il caso della Comenius, tuttavia, perché il PIL della regione di Bratislava non è dissimile a quello della media europea. In questa ottica, Micieta, che nel suo programma di gestione dell’Istituto aveva indicato un forte impulso nel campo della ricerca e delle relazioni internazionali,  ha chiesto che lo Stato si impegni di più nel sostenere maggiormente con fondi pubblici l’università slovacca più prestigiosa, alla quale sono iscritti 27.400 studenti di tutti i livelli di studio. Anche considerando che sono vent’anni che non si fanno investimenti per il miglioramento delle sue sedi, spesso ospitate in edifici non all’altezza.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.