Simon: le lobby slovacche hanno prevalso nel blocco delle schede informative alimentari

Un Ministro dell’Agricoltura amareggiato ha gettato mercoledì tutta la responsabilità della mancata messa in cantiere di regole chiare nel campo alimentare sui colleghi di Coalizione del partito Libertà e Solidarietà (SaS) e sul deputato Jan Golian di SDKU-DS. Sono loro, ha detto Zsolt Simon, ad avere la responsabilità politica per la mancata introduzione delle schede informative soprannominate „le tavole della vergogna“ per i rivenditori di generi alimentari. «Sono deluso perché, grazie a loro, il Governo e il Ministero ora non possono proteggere efficacemente i consumatori, nemmeno attraverso l’uso di modi semplici e non standard», ha detto Simon.

Il Ministro sposta dunque la responsabilità per il modo in cui i rivenditori trattaeranno i loro clienti in futuro sui parlamentari che hanno bloccato l’approvazione della legge sull’uniformità alimentare in Parlamento. La legislazione, inclusa una disposizione secondo la quale i rivenditori erano obbligati a inviare notifica della carenze riscontrate nei propri punti vendita da parte degli ispettori alimentari. «Da oggi in poi, ogni cittadino di questo Paese che acquista un prodotto dopo la sua data di scadenza o un prodotto danneggiato deve chiedere loro come questo sia possibile, in quanto sono loro che ne portano la piena responsabilità politica», ha sottolineato Simon.

Il Ministro non ha confermato se cercherà o meno di ripresentare lo stesso provvedimento dopo il periodo di sei mesi fissato dalla legge. «È possibile presentarlo di nuovo, ma resta la domanda se la lobby d’affari sarà in grado di prevalere ancora una volta», ha detto Simon, aggiungendo che il suo interesse è la protezione della salute dei cittadini.

(Fonte Ministero dell’Agricoltura)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.