Bratislava dà un taglio alla pubblicità stradale illegale. Rimosso chi non è in regola

Il Consiglio comunale della capitale Bratislava ha deciso di agire in modo deciso contro i cartelloni illegali che imperversano per le strade della città. E minaccia azioni legali e pene detentive fino a due anni, scrive il quotidiano Sme in un articolo di martedì.

Considerando che il maggior quartiere della città, Petrzalka, dal quale proviene l’attuale Sindaco Milan Ftacnik, stima che almeno due cartelloni su cinque nel suo territorio non hanno alcun permesso e non hanno pagato alcuna tassa di affissione, il Comune della capitale ha deciso di chiedere ai municipi dei quartieri della città e alle società che gestiscono i cartelloni di fornire dati dettagliati sui cartelloni legali, incluse le loro coordinate GPS. Con l’intenzione di rimuovere tutti i cartelloni rimanenti.

Il Consiglio, poi, vuole imporre regole restrittive sull’uso e posizionamento dei cartelloni pubblicitari, limitando la loro dimensione, permettendone l‘illuminazione interna soltanto a quelli presenti nel centro della città, e impostando una distanza minima di 150 metri tra i grandi manifesti apposti lungo le strade. Come ha avvertito in una conferenza stampa il portavoce del Sindaco, Lubomir Andrassy, la rimozione era già iniziata nei mesi estivi per alcuni mega-cartelloni che violavano diverse regole e che si trovavano su viadotti e ponti all’interno della città. Speriamo che si faccia davvero un po‘ di pulizia sulle strade di Bratislava, l’inquinamento visivo è arrivato davvero a un livello insostenibile.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.