Anche Neckermann chiude in Slovacchia dopo Quelle, vendite per corrispondenza in declino

Nell’ambiente retail che in questi anni non ha particolarmente brillato per le sue prestazioni, un settore ancora più particolare è quello delle vendite per corrispondenza, che in passato in molti paesi aveva un solido zoccolo duro di clientela ma che oggi vede la crisi come i negozi fisici. Il gigante tedesco del settore Neckermann, per esempio, sta chiudendo sue filiali in diversi paesi dell’Europa centrale e orientale, e fra questi anche la Slovacchia, citando come ragione gli scarsi risultati economici degli ultimi tempi, e lasciando senza lavoro circa 80 dipendenti.

Secondo i dati disponibili come riportati dal quotidiano Sme, l’azienda ha visto un crollo continuo di redditività dall’inizio della crisi. «Abbiamo avuto i risultati peggiori in Slovacchia proprio quest’anno», avrebbe sottolineato una fonte anonima al giornale. Solo due anni fa, ricorda Sme, la stessa sorte toccò a un’altra grossa società tedesca di vendite su catalogo, Quelle, che dovette licenziare migliaia di persone anche in Germania. «Le vendite al dettaglio stanno passando una situazione molto difficile, e i proventi della vendita di tessuti sono in calo», ha detto l’analista Olga Drahovska dell’agenzia di ricerche Terno, aggiungendo che in buona parte questo avviene a causa dell’abbigliamento a buon mercato proveniente dalla Cina e in generale per i prezzi elevati.

Inoltre, Neckermann non è riuscita a riempire il vuoto che era stato lasciato dalla rinuncia di Quelle, le cui infrastrutture nell’area CEE, ricorda la Drahovska, sono state acquistate dall’azienda svedese Halens, incluso l’elenco clienti.

(Fonte Sme)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google