Analisi: la crisi nella Coalizione può spaventare gli investitori stranieri e spingerli a cambiare obiettivi

L’incertezza della posizione del Primo Ministro Iveta Radicova nell’Esecutivo che governa la Slovacchia sta rendendo il Paese meno attraente per gli investitori, secondo un’analisi dell’economista Michal Musak della banca Slovenska Sporitelna. Le scintille che stanno scaturendo dal clima politico attuale si riversano anche in una insicurezza nel clima imprenditoriale. La potenziale caduta del Governo, infatti, potrebbe mettere in pericolo o almeno ritardare alcuni investimenti stranieri, spiega Musak. «Vorrebbe dire incertezza soprattutto per quanto riguarda il bilancio statale. In un momento in cui il bilancio non è stato ancora approvato, gli investitori si chiedono se un eventuale Governo futuro confermerà il piano pensato dall’attuale Gabinetto per ridurre il disavanzo della Pubblica amministrazione», avverte l’analista.

Il settore imprenditoriale è molto sensibile ai problemi della Coalizione nell’accordarsi su questioni fondamentali come la riforma del prelievo sui salari o i meccanismi finanziari di salvataggio della Zona Euro. «Discutere dei problemi e cercare soluzioni fa parte della democrazia. Ma è negativo che non sia possibile prevedere i futuri sviluppi. Non è chiaro cosa sarà valido e cosa no», ha commentato Robert Kicina dell’Associazione imprenditoriale slovacca PAS. Secondo il presidente della Camera di Commercio slovacca (SOPK) Peter Mihok, la «caduta di ogni Governo agisce da fattore destabilizzante per l’economia». La seria condizione dei fondi pubblici potrebbe spingere nuovi investitori a guardare fuori della Slovacchia.

(Fonte Sario)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google