I farmacisti: le farmacie tradizionali saranno schiacciate dalla concorrenza delle catene con la nuova legge

La nuova legge sui farmaci approvata ieri dal Parlamento potrebbe essere stata compilata dal Ministero della Sanità, ma il suo vero autore è «un gruppo finanziario senza nome, che sarà l’unico a trarne profitto», ha esordito così Ondrej Sukel, vice-presidente della Camera Slovacca dei Farmaci riferendosi probabilmente alla società finanziaria Penta che ha le mani in pasta in diversi affari nel settore sanitario. «I sette deputati del Partito Nazionale Slovacco (SNS) che hanno votato per il disegno di legge dovrebbero affrontare la propria coscienza quando si guardano allo specchio», ha detto Sukela.

«La legge sopprime l’esperienza e la conoscenza del lavoro del farmacista, mettendo stress sul lavoro, imbrogli sui pagamenti supplementari e sugli sconti. Si tratta di un passo indietro rispetto agli sviluppi del mondo», ha detto Sukela.

Il testo di legge, tra l’altro, introduce la prescrizione preferenziale dei farmaci generici e i coupon fedeltà per i clienti abituali delle farmacie. Le farmacie di piccole dimensioni si sentono schiacciate e lamentano di non poter più competere in questo modo con le grandi catene come Dr. Max, di proprietà appunto della Penta, che comprende una vasta rete di circa 80 negozi in tutta la Slovacchia.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google