Venti soldati speciali slovacchi sono diretti in Afghanistan: «È possibile che qualcuno non torni»

Un‘unità speciale composta da 20 soldati slovacchi è diretta in l’Afghanistan per unirsi alle forze speciali degli Stati Uniti nelle loro missioni ad alto rischio. «Può anche darsi che alcuni di noi non torneranno. La possibilità di incidenti mortali in questa missione è molto più elevata rispetto alle altre missioni», ha detto uno dei soldati il cui nome non può essere divulgato per motivi di sicurezza.

«Potrebbe sopraggiungere a sorpresa anche la possibilità di morire, ma questo non deve smontare l’unità. Le ferite e le morti non possono essere considerate come un fallimento e impedire lo svolgimento dei compiti affidatici», ha aggiunto.

Le truppe slovacche sono state addestrate dai soldati americani precedentemente mandati in missione nel Paese devastato dalla guerra. Avranno principalmente il compito di addestrare le unità speciali afghane, hanno già completato un corso di lingue locali, e si impegneranno in operazioni speciali fianco a fianco con le truppe statunitensi.

(Fonte Sme)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google