Most-Hid fa ricorso alla Corte Costituzionale per la legge sulla cittadinanza slovacca

Il partito Most-Hid ha raccolto firme sufficienti per portare la legge sulla cittadinanza dello Stato davanti alla Corte Costituzionale, ha detto venerdì il deputato Most-Hid, Gabor Gal. Oltre ai deputati del partito slovacco-ungherese, hanno firmato la proposta 12 legislatori di SDKU-DS, il deputato indipendente Andrej Durkovsky e quasi tutti i membri di Libertà e Solidarietà (SaS). Gal ha detto di essere contento che molti parlamentari ritengono che l’atto, secondo il quale chi diventa cittadino di altri Stati debba perdere la cittadinanza slovacca, non abbia posto nella legislazione slovacca.

Most-Hid vede questa legge, voluta dal precedente governo di Robert Fico (Smer-SD), «in contrasto con la Costituzione e le convenzioni internazionali. Non può essere messa in pratica ed è discriminatoria», ha detto Gal. Il partito extraparlamentare etnico ungherese SMK ha accolto con piacere l’annuncio di Most-Hid e supportato da oltre 30 legislatori della Coalizione di Governo, e si aspetta una sentenza veloce in materia.

Per quanto riguarda infine la concessione dei diritti di voto agli ungheresi che vivono all’estero per il Parlamento di Budapest, Gal sostiene che non è una buona idea per l’Ungheria, lo ha dichiarato venerdì al Parlamento slovacco. «I diritti elettorali dovrebbero competere solo ai contribuenti in Ungheria, vale a dire alle persone che pagano le tasse [in Ungheria]», ha detto Gal che si riferiva alla decisione dei partiti ungheresi Fidesz e Democrazia Cristiana (KDNP), che vogliono dare il diritto di voto agli ungheresi che vivono all’estero.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google