Ungheria: Gasparovic risponde alla lettera di Schmitt su Esterhazy


Il Presidente slovacco Ivan Gasparovic ieri ha risposto alla lettera che ha recentemente ricevuto dal suo omologo ungherese Pal Schmitt, che si lamentava della descrizione che Gasparovic ha dato (definendolo fascista) al politico e conte slovacco di etnia ungherese Janos Esterhazy (1901-1957). «Il mio rispetto per i valori democratici e i fatti storici non mi permette di sostenere l’immagine agiografica di Janos Esterhazy che stanno creando gli storici nel suo Paese», ha scritto Gasparovic.Secondo lui, nessuno dubita della posizione di Esterhazy, che come deputato nel 1942 rifiutò di sostenere le deportazioni degli ebrei. Gasparovic ha detto che questo gesto morale non può essere considerato come l’unico criterio di valutazione per la carriera di Esterhazy. «Non va dimenticato che in precedenza aveva votato per tutte le norme di legge anti-ebraiche», ha dichiarato Gasparovic. Il Presidente slovacco ha continuato a dire che l’attuale Repubblica Slovacca ha le sue radici nelle idee antifasciste dell’Insurrezione Nazionale Slovacca(1944) e nelle tradizioni democratiche della Prima Repubblica Cecoslovacca (1918-1938). Gasparovic ha sottolineato che la persona del conte Esterhazy non dovrebbe essere «strumentalizzata nelle nostre relazioni bilaterali». Nel frattempo, dovrebbe spettare agli storici avere una visione ampia e obiettiva sulla sua attività di politico.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google