Wikileaks: la destra slovacca era pronta a coalizzarsi con Meciar nel 2006 col beneplacito della Merkel

Il presidente Smer-SD, Robert Fico, non era l’unico politico disposto a creare un Governo con il Presidente di LS-HZDS, Vladimir Meciar, dopo le elezioni del 2006. Anche il presidente SDKU-DS, Mikulas Dzurinda, era pronto ad avviare una Coalizione con Meciar. Alcuni dispacci inviati dall’Ambasciata degli Stati Uniti a Bratislava verso Washington, e pubblicati di recente da Wikileaks, sostengono che Dzurinda stava tentando di convincere l’Occidente che Meciar fosse cambiato in meglio. «I risultati furono pubblicati immediatamente, Dzurinda telefonò al Cancelliere tedesco Angela Merkel per informarla sui risultati delle elezioni e che SDKU stava pensando a un‘allenza con HZDS», recita il dispaccio. La coalizione di SDKU, Democrazia Cristiana (KDH), l‘etnico-ungherese SMK e l‘HZDS avrebbero dovuto avere 80 deputati (su un totale di 150). Milan Jezovica, l’attuale Segretario di Stato agli Esteri allora consigliere di Dzurinda per gli affari esteri, ha descritto la reazione della Merkel: «Ci fu una lunga pausa e poi disse: ‘Credo che si possa fare’».

Il piano di Dzurinda alla fine non si realizzò a causa delle riserve di KDH e HZDS. A quel tempo KDH ricevette anche un’offerta dallo Smer per una Coalizione con loro e l‘SMK. Secondo Fico, la Democrazia Cristiana esitò così a lungo che la situazione condusse a governare nel mandato 2006-2010 una combinazione composta da Smer – HZDS – Partito Nazionale Slovacco (SNS).

Secondo un’altra rivelazione emersa dal sito Wikileaks, risulta che all’allora Ambasciatore americano in Slovacchia, Rodolphe M. Vallee, fu detto da una fonte attendibile prima delle elezioni politiche del 2006 che se avesse fallito la creazione di una maggioranza di Governo «la vita di Robert Fico sarebbe stata in pericolo perché non il denaro che gli ha finanziato la campagna non avrebbe avuto contropartite».

L’Ambasciata informò Washington che lo Smer era sostenuto finanziariamente da uomini d’affari che godono di una certa influenza come Jozef Brhel, Juraj Siroky e Vladimir Poor, legami che il partito ha sempre negato. Secondo l’Ambasciata, Siroky, proprietario di maggioranza della società edilizia Vahostav, ha posto fine ai tentativi di Fico nel 2009 di coinvolgere le imprese cinesi nei progetti di costruzione delle autostrade. Fico ha respinto l’informazione, affermando che i diplomatici spesso ottengono le loro informazioni da mezzi di comunicazione non oggettivi.

(Fonte SME/Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google