Matovic pubblica una lista di possibili nomine statali fatte dai partiti politici

Il deputato Igor Matovic, indipendente e capo della fazione Gente Comune che in Parlamento fa parte del gruppo di Libertà e Solidarietà (SaS), ha pubblicato ieri sul suo profilo Facebook una lista di persone che reputa siano o potrebbero essere nomine direttamente politiche. «Ho in mano questa lista di persone, uffici e ruoli e … ci sono anche partiti politici. Chi sa cosa significa questo? Se conoscete qualcuno [nella lista] e qualcosa fosse sbagliato o mancante, fatemelo sapere, grazie», ha scritto Matovic in un commento sulla sua pagina.

La lista, denominata parte 1, mostra i nomi delle persone in ordine alfabetico con le istituzioni per cui lavorano e i loro ruoli. Circa la metà dei nomi sono legati a un partito politico, con tutti i partiti parlamentari incluso l’ormai extraparlamentare LS-HZDS. Matovic ha accusato i partiti politici di clientelismo in forma di nomine politiche, e per questo era stato sentito dalla Procura generale slovacca, promettendo di rendere pubblica una lista di tutte le nomine politiche dopo la pausa estiva.

Matovic ha sottolineato che metterà i suoi amici al lavoro per verificare l’autenticità delle informazioni sui candidati potenziali. «L’elenco comprende le abbreviazioni dei partiti politici [a cui le persone sono affiliate]. Mi aspetto che i miei amici di Facebook mi aiutino a scoprire questo segreto perché le sigle sono lì», ha detto. Matovic non ha escluso che possano seguire più liste. «Forse metterò le mani sulle parti 2, 3, 4, eccetera», ha predetto.

Il gioco di Matovic di stillare perle di ironia, sarcasmo, e qualche buona idea a giorni alterni, accoppiata con la sua faccia da guascone, sta dando un certo riscontro nel Paese. Se anche l’ultimo sondaggio politico dell’agenzia MKV stima il seguito del suo futuro partito politico solo al 2%, in realtà potrebbe arrivare molto più lontano. I media stanno usando Matovic (o Matovic sta usando i media?) per fare gossip e scandalo politico non appena lui apre bocca. E la apre spesso. Sembrerebbe una buona campagna di marketing politico, dato che le accuse che Matovic fa alla politica slovacca sono in gran parte condivisibili dalla gente comune (non a caso questo è il nome del suo movimento per il quale sta raccogliendo firme). Ma nella sua strategia mancano un poco le proposte; oltre a gridare allo scandalo e condannare la corruzione e il clientelismo a parole e con proposte di legge un po’ estreme, Matovic sembra un po’ come quei partiti di casa nostra, fustigatori della cattiva amministrazione che però tendono solo a distruggere e non a costruire, e che una volta al potere si trasformano d’incanto in una brutta copia di coloro che poco prima hanno accusato.

(La Redazione)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

ARCHIVIO

pubblicità google