L‘emendamento alla legge sulla stampa è in vigore da giovedi e cambia le regole sull’Errata Corrige

Nonostante il rifiuto del Presidente Ivan Gasparovic di firmare un emendamento alla legge sulla stampa che fu approvato dal Parlamento all’inizio dell’estate, tale modifica è entrata in vigore giovedi. Secondo la nuova normativa, gli editori sono ora autorizzati a rifiutare di pubblicare le correzioni, le reazioni o gli avvisi supplementari in risposta agli articoli pubblicati se ciò costituisce reato, infrazione, offesa o altro che sia in contrasto con la buona condotta e gli interessi legalmente tutelati di terzi.

Il testo di legge limita il diritto dei funzionari pubblici di rispondere se le informazioni pubblicate riguardano il loro ruolo pubblico, anche se essi continueranno a godere dei diritti di privati cittadini.

Secondo l’emendamento, gli interessati non avranno più il diritto di chiedere una compensazione finanziaria, se non viene pubblicato un annuncio di correzione, di risposta o di semplice aggiunta. Fino ad ora, la compensazione finanziaria oscillava fra i 1.660 e i 4.980 euro, sulla base delle decisioni prese in passato dai tribunali.

(Fonte Tasr)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google