Gli insegnanti slovacchi promuovono una petizione per ottenere salari più alti

Gli insegnanti slovacchi giovedì hanno intrapreso una raccolta di firme finalizzata a esprimere il loro malcontento circa l’attuale situazione nella sfera dell’educazione e dell‘istruzione, ha detto Ludovit Sebeledi, uno degli organizzatori. La petizione si è tenuta in tutti gli otto capoluoghi di regione. Originariamente, l’iniziativa era stata lanciata a maggio e raccolse oltre 28.000 firme. Secondo Sebeledi, il problema più grave nel campo dell’istruzione sono i pochi fondi rispetto al PIL, e i notoriamente bassi stipendi degli insegnanti.

«Vogliamo che venga destinato all’istruzione il 6% del PIL, mentre ora siamo solo al 3,8%. In tutti i paesi moderni d’Europa si alloca almeno il 6% e a questo proposito siamo al 27° posto in Europa [l’ultimo-ndr]», ha detto Sebeledi.

«Inoltre, non ci dovrebbero essere discussioni – che sono imbarazzanti – se dobbiamo ricevere 300 o 400 o 500 euro [al mese]; gli stipendi degli insegnanti dovrebbero essere collegati alla media dell’economia nazionale», ha detto l’organizzatore.

Al momento, lo stipendio di un neo-insegnante ammonta a 490 euro al mese [lordi], mentre gli organizzatori della petizione chiedono che arrivi a 900 euro.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google