La Commissione affari sociali non riesce a discutere della riforma del secondo pilastro pensionistico


La Commissione parlamentare per gli affari sociali ieri doveva discutere sui cambiamenti già pronti in merito al secondo pilastro pensionistico, ma il numero insufficiente dei deputati ha reso nulla la sessione. «Il comitato non ha il quorum», ha detto il suo capo Julius Brocka (Democratici-cristiani/KDH). Il lato positivo sta nel fatto che il Ministero del Lavoro ha elaborato decine di osservazioni sul progetto di modifica del Governo e l’annullamento della sessione darà ai parlamentari tempo supplementare per ragionare meglio su tali commenti, ha detto Brocka.Parlando ad un seminario sul secondo pilastro del sistema pensionistico, il Ministro del Lavoro Jozef Mihal (Libertà e Solidarietà / SaS) ha detto che si aspettava che un certo numero di membri non si sarebbe presentato.

Per quanto riguarda i cambiamenti in cantiere, Mihal ha detto che il suo Ministero vuole tenere “la parte buona” del sistema e cambiare il resto, con l’obiettivo di incrementare i ricavi per i fondi che attualmente sono in rosso.Se approvata in Parlamento, la nuova modifica al sistema di risparmio pensionistico introdurrà, tra gli altri cambiamenti, un fondo extra di gestione pensione (per un totale di quattro fondi invece degli attuali tre), e garantirà un minor numero di iscrizioni automatiche al secondo pilastro per diplomati e laureati.

(Fonte Tasr)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

settembre: 2017
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
252627282930  

ARCHIVIO

pubblicità google