Entra in vigore da settembre il nuovo Codice Penale slovacco

La negligenza dei politici verrà punita fino a cinque anni di carcere, come previsto in un emendamento al Codice Penale che entrerà in vigore a partire da inizio settembre. L’emendamento stabilisce la responsabilità penale agli esponenti politici e ai funzionari pubblici che causano un grave danno allo Stato o alla salute degli individui a causa della propria negligenza. Essi potrebbe essere condannati fino a cinque anni di carcere.

Tuttavia, il deputato che ha proposto la modifica ha cambiato il paragrafo relativo alla responsabilità dei funzionari pubblici così da rendere la negligenza come reato solo nel caso in cui i funzionari pubblici sono a conoscenza che la propria inattività può recare danni e se l‘ambito in cui sono stati sostenuti i danni cade sotto la loro giurisdizione. Il deputato OKS Peter Osusky (del gruppo parlamentare di Most-Hid), è riuscito a inserire nell’emendamento firmato dal Presidente anche un paragrafo sulla cosiddetta ‘falsificazione di Jachymov’, secondo la quale negare i crimini del regime comunista in Slovacchia è un reato penale. Negare i crimini nazisti e del regime comunista sarà punibile da sei mesi a tre anni di prigione.

La norma introduce inoltre pene più severe per chi tortura gli animali. Un nuovo paragrafo in materia è stato aggiunto alla legislazione. La revisione vuole poi prevenire l’abuso di problemi di salute come scusa per giustificare l’assenza dei testimoni e dell’accusato durante il procedimento penale. Ciò dovrebbe accelerare il lavoro dei tribunali. La legge definisce inoltre una nuova condotta criminale: la corruzione elettorale.

(Fonte Webnoviny)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.